Esempi di risposta a “Qual è il tuo più grande punto di forza”

By Biron Clark

Published:

Domande e risposte ai colloqui di lavoro

Biron Clark

Biron Clark

Writer & Career Coach

Quando gli intervistatori chiedono “qual è il tuo più grande punto di forza?”, ci sono un paio di elementi chiave che vogliono sentire. Ci sono anche alcune cose che NON vogliono sentire. In questo articolo, quindi, esamineremo alcuni esempi di risposta alla domanda “Qual è il tuo più grande punto di forza?” e i consigli per creare una risposta personale che possa impressionare l’intervistatore.

Cominciamo…

Come rispondere alla domanda “Qual è il tuo più grande punto di forza”

Essere messi alle strette e chiedere di vantarsi durante il colloquio non è mai facile. Tuttavia, ci sono alcuni accorgimenti che puoi seguire per assicurarti di dare una risposta solida e gradita agli intervistatori. Ecco alcune regole fondamentali da ricordare quando rispondi alla domanda “Qual è il tuo più grande punto di forza?” durante un colloquio.

1. Scegli un punto di forza

Sarà molto più facile dare una risposta chiara e concisa al colloquio (il che è sempre una buona cosa!) se scegli un solo punto di forza. Quindi scegli una cosa, mantieni la risposta breve e concentrati su quell’unico aspetto e sulla descrizione di quel tuo punto di forza. Se non sei sicuro di quale forza scegliere, continua a leggere. Ne parleremo nella prossima fase…

2. Conosci in anticipo ciò che dirai

NON limitarti ad arrivare e a “improvvisare”. Anche solo preparare una risposta semi-decente sarà meglio che inventarla sul momento. Se lo fai subito, otterrai un grande vantaggio. Quindi assicurati di sapere in anticipo di quale punto di forza parlerai.

3. Scegli un punto di forza che si riferisca al loro lavoro

Quando rispondi alla domanda “Qual è il tuo più grande punto di forza?” è meglio scegliere qualcosa che ti aiuterà ad avere successo nel lavoro dell’azienda. In questo modo è più probabile che l’intervistatore ti offra la posizione. Quindi pensa a quali sono i tuoi punti di forza che ti aiuteranno di più nel lavoro per cui ti sei candidato. Guarda la descrizione del lavoro, cerca di capire cosa richieda la posizione o cosa sia più importante per l’azienda. Considera se il lavoro è altamente tecnico o meno. La leadership è coinvolta o lavorerai da solo? Interagirai o meno con i clienti? Il lavoro utilizza maggiormente la creatività o la logica? Devi guardare la descrizione del lavoro e farti queste domande PRIMA di scegliere i punti di forza che vuoi condividere. Perché l’idea è quella di condividere un punto di forza che faccia pensare all’azienda che tu sia un candidato valido e da assumere per il suo lavoro.

4. Spiega perché questo punto di forza ti aiuterà ad avere successo nel tuo lavoro

Dopo aver condiviso i tuoi punti di forza, indica esattamente come questi ti aiuteranno ad avere successo nel loro lavoro. Ad esempio, puoi dire:

“Il mio più grande punto di forza è l’attenzione ai dettagli. Sono sempre stato attento ai dettagli nel mio lavoro ed è una cosa che mi piace. Ho visto nella vostra descrizione che questo ruolo comporta un lavoro molto attento ai dettagli, ed è uno dei motivi per cui mi sono candidato”.

Nella prossima sezione di questo articolo tratteremo molti altri esempi di risposta.

5. Fornisci prove specifiche

Dopo aver detto qual è il tuo più grande punto di forza e perché ti aiuterà nel lavoro, cerca di sostenerlo con qualche prova. Come? Raccontando una storia o un esempio di come hai utilizzato questo punto di forza in passato, per aiutare un precedente datore di lavoro. Dare un esempio dettagliato è 10-20 volte più potente che dire semplicemente che sei bravo in qualcosa. Parla quindi di come hai usato questa forza per ottenere un risultato specifico.

Utilizzando l’esempio di risposta che abbiamo appena visto sopra, potresti continuare dicendo:

“Nel mio ultimo lavoro, mi veniva spesso richiesto di gestire 8-10 progetti di clienti alla volta, e spesso avevo 75 compiti diversi da svolgere nell’ambito di questi progetti. L’attenzione ai dettagli mi ha permesso di consegnare ai clienti il 100% dei progetti in tempo. Infatti, ho portato a termine il 45% dei progetti assegnati prima del previsto”.

La cosa fondamentale da ricordare è che è sempre bene essere dettagliati e specifici quando si risponde alle domande sui propri punti di forza. La tua risposta e il tuo lavoro passato sembreranno molto più impressionanti per l’intervistatore quando sarai specifico e citerai risultati e numeri reali come nell’esempio di risposta qui sopra.

Risposte d’esempio a “Qual è il tuo più grande punto di forza”

Ora sai quali sono i passi da seguire per dare un’ottima risposta quando l’intervistatore ti chiederà il tuo più grande punto di forza. Vediamo ora alcuni esempi di risposte per aiutarti a creare la tua personale risposta.

Per prima cosa, ecco la risposta che si ottiene combinando i pezzi che abbiamo esaminato nei passaggi precedenti…

Esempio di risposta n.1:

“Il mio più grande punto di forza è l’attenzione ai dettagli. Sono sempre stato attento ai dettagli nel mio lavoro ed è una cosa che mi piace. Ho visto nella vostra descrizione che questo ruolo comporta un lavoro molto attento ai dettagli, e questo è uno dei motivi per cui mi sono candidato. Nel mio ultimo lavoro, mi veniva spesso richiesto di gestire 8-10 progetti di clienti alla volta, e spesso avevo 75 compiti diversi da svolgere nell’ambito di questi progetti. L’orientamento ai dettagli mi ha permesso di consegnare ai clienti il 100% dei progetti in tempo. Infatti, ho portato a termine il 45% dei progetti assegnati prima del previsto”.

Vediamo ora alcuni altri esempi di risposte valide per il tuo punto di forza.

Esempio di risposta n.2:

“Il mio più grande punto di forza professionale è la capacità di gestire la pressione e di lavorare in tempi stretti. Credo che questo mi aiuterebbe ad avere successo in questa posizione, visto il gran numero di clienti e di scadenze con cui dovrò lavorare. Nella mia ultima posizione, ho gestito progetti difficili con poco preavviso per alcuni dei nostri migliori clienti, come Coca Cola e Microsoft. Ho portato a termine il 100% dei progetti che mi erano stati assegnati e questo ci ha fatto guadagnare 2 milioni di dollari in ulteriori affari da questi clienti”.

Ricorda sempre che la cosa più importante che un responsabile delle assunzioni vuole sapere è come aiuterai l’azienda a fare soldi o ad avere più successo.

Cosa puoi fare per LORO? Ecco cosa diciamo nelle risposte di esempio qui sopra. Non ti stai limitando a condividere il tuo punto di forza più grande, ma stai rendendo chiaro il motivo per cui questo punto di forza sarà utile a LORO, e lo stai dimostrando condividendo il modo in cui ha aiutato i tuoi precedenti datori di lavoro. Questa è la strategia di base per rispondere alla domanda “qual è il tuo più grande punto di forza” in qualsiasi tipo di colloquio, sia che si tratti di un primo colloquio telefonico che di un colloquio faccia a faccia. Quindi la domanda “quali sono i tuoi maggiori punti di forza professionali?” non è solo un’occasione per vantarti, ma un’opportunità per dimostrare che puoi aiutare l’azienda! Ed è questo che ti farà assumere.

Errori nel rispondere alla domanda “Qual è il tuo punto di forza più grande?”

Ora che sai come rispondere alle domande sui tuoi maggiori punti di forza e hai visto due esempi di risposte complete per questa domanda, parliamo di alcuni errori da evitare nella risposta!

In primo luogo, non bisogna mai dire: “Non sono sicuro” o “Non lo so”. Tieni sempre pronta una risposta specifica, “su misura” per l’azienda con cui stai facendo il colloquio. (Questo dovrebbe suonare familiare se hai letto i passaggi all’inizio di questo articolo.) Il prossimo errore da evitare è quello di sembrare dispersivo o di nominare troppi punti di forza. Come già detto, è meglio scegliere un unico punto di forza di cui parlare. Se proprio vuoi, puoi estendere il tutto a due punti di forza, ma non nominarne altri. Il terzo e ultimo grande errore da evitare è quello di sembrare troppo umili/timidi. Ci sono un tempo e un luogo per essere umili e un tempo per essere sicuri di sé e vantarsi un po’. Questa è una domanda di colloquio in cui devi essere davvero a tuo agio nel parlare delle tue capacità.

Assicurati quindi di esercitarti a sembrare sicuro di te quando dai la tua risposta.

Se seguirai i passi che ti ho indicato sopra, avrai una risposta convincente alla domanda “quali sono i tuoi punti di forza?” o “qual è il tuo più grande punto di forza”… così potrai ricevere più offerte di lavoro ed evitare di sentirti in ansia quando sentirai questo tipo di domande.

Se vuoi un aiuto in più per prepararti, ti consiglio anche di esercitarti a rispondere alle domande sulla tua più grande debolezza.

Puoi anche leggere un elenco delle 20 migliori domande e risposte ai colloqui di lavoro QUI.


Biron Clark

Sull'autore

Leggi altri articoli di: Biron Clark


Generatore di curriculum 100% gratuito

Non è richiesta alcuna iscrizione o pagamento.