Se vedessi un collega rubare, cosa faresti? (Risposte)

By Biron Clark

Published:

Domande e risposte ai colloqui di lavoro

Biron Clark

Biron Clark

Writer & Career Coach

 

Se stai facendo un colloquio per un lavoro in cui dovrai maneggiare denaro contante, è comune che i responsabili delle assunzioni chiedano: “Cosa faresti se vedessi un collega rubare dall’azienda?”.

Ci sono un paio di cose fondamentali da fare quando rispondi a questa domanda di colloquio, se vuoi ottenere il lavoro.

In qualità di ex reclutatore, condividerò con te tutto ciò che devi sapere per superare questa domanda al tuo colloquio di lavoro, tra cui:

  • Perché i datori di lavoro fanno questa domanda
  • Come dare una risposta d’effetto che invogli ad assumerti
  • 4 esempi di risposta

Ti indicherò anche alcuni errori critici da evitare.

Perché i datori di lavoro pongono questa domanda durante il colloquio

È più probabile che questa domanda venga posta per i lavori che comportano la gestione di denaro contante, come i lavori nel settore della vendita al dettaglio e del commercio.

I datori di lavoro chiedono spesso: “Se vedessi un collega rubare, cosa faresti?” per vedere se sembri onesto e sincero, e perché vogliono sapere se ti sentiresti a tuo agio a riferire la situazione ai tuoi superiori (che è la cosa giusta da fare se dovessi vedere un collega rubare o infrangere un’altra importante politica aziendale).

I datori di lavoro vogliono anche assicurarsi che tu sia in grado di evitare il confronto a meno che non sia assolutamente necessario. Se da un lato vogliono sentirsi dire che denuncerai il furto di un dipendente, dall’altro è molto improbabile che vogliano che affronti il dipendente tu stesso.

Come rispondere

Quando l’intervistatore ti chiederà cosa faresti dopo aver visto un collega rubare, dovrai spiegare che eviteresti un confronto sul momento, ma poi segnaleresti il furto al tuo diretto responsabile o al tuo capo il prima possibile (meglio se il giorno stesso in cui sei testimone del furto).

Devi dimostrare che daresti la priorità agli interessi dell’azienda anche se sei amico del dipendente che ha rubato. Il datore di lavoro ti paga e quindi si aspetta che tu agisca sempre nel suo interesse.

La risposta deve essere breve, chiara e diretta.

Non è il tipo di domanda per la quale ti convenga sembrare insicuro o che possa richiedere molto tempo per riflettere sulla decisione. Le risposte migliori saranno chiare e rapide e risponderanno alla domanda in modo diretto.

Lo vedrai nelle varie risposte di esempio che seguono…

4 esempi di risposta a “Cosa faresti se vedessi un collega rubare?”

Esempio di risposta n.1:

“Se vedessi un collega rubare, lo riferirei al mio diretto superiore il prima possibile. Eviterei un confronto pubblico con il mio collega, ma informerei il mio responsabile il prima possibile in modo che possa decidere la linea d’azione migliore, visto che si tratta di un reato grave”.

Esempio di risposta n.2:

“Se vedessi un collega rubare all’interno dell’azienda, riferirei ciò che ho visto al mio responsabile il giorno stesso e lascerei che sia lui a decidere i passi successivi più appropriati”.

Esempio di risposta n.3:

“Riferirei quanto visto al mio capo il prima possibile. Eviterei il confronto con il collega, perché fare una scenata davanti ai clienti o disturbare il posto di lavoro non è utile all’azienda, ma quel giorno farei in modo che il mio responsabile sapesse cosa ho visto”.

Esempio di risposta n.4:

“Se vedessi un collega rubare, chiederei al mio responsabile se possiamo parlare in privato e poi riferirei esattamente ciò che ho visto e quando l’ho visto, in modo che possa agire di conseguenza”.

Le risposte di cui sopra soddisferanno i responsabili delle assunzioni e forniranno loro le informazioni che desiderano sapere, ovvero la prova che seguirai le politiche aziendali e denuncerai i furti senza però disturbare il posto di lavoro.

Questo si rivela particolarmente importante nella vendita al dettaglio, dove è fondamentale non coinvolgere i clienti in una questione interna. Perfino nei settori diversi dal commercio al dettaglio è molto probabile che il tuo capo preferisca che gli parli in privato dopo aver assistito a un furto da parte di un collega.

Per questo motivo, è un errore dire che affronteresti un collega. Quando rispondi alle domande sui furti, di’ sempre che denunceresti l’accaduto ai tuoi superiori.

Se stai facendo un colloquio per un ruolo manageriale, dovrai rispondere in modo diverso

C’è un’eccezione ai consigli di cui sopra: se devi gestire direttamente dei dipendenti per un’azienda, questa vuole sapere che sei in grado di gestire la situazione da solo.

Con ogni probabilità, rubare denaro o altri oggetti di valore dell’azienda è un reato che dovrebbe portare al licenziamento immediato.

Nel rispondere, dovresti quindi dire:

“Chiedo al dipendente di venire nel mio ufficio e lo informo che è stato visto rubare. Gli dico che da oggi in poi il suo rapporto di lavoro è terminato e lo accompagno all’uscita dopo avergli permesso di raccogliere i suoi oggetti personali. Naturalmente, se non sono sicuro che abbia rubato, ad esempio se mi è stato riferito il furto da un altro membro del team, gli farei delle domande di approfondimento per capire la storia completa prima di prendere una decisione. Sebbene il furto sia una cosa seria, anche il licenziamento di un dipendente lo è e ha un forte impatto sul morale dell’azienda, oltre ad influenzare, naturalmente, la carriera e la vita del dipendente stesso. Ritengo quindi che in questo tipo di situazione sia fondamentale essere sicuri di ciò che si è visto e conoscere tutti i fatti.”

Non è necessario rispondere con un esempio o una storia

Se in passato hai lavorato nel settore della vendita al dettaglio, potresti aver visto un dipendente rubare in un lavoro recente e avere una storia vera da condividere.

Nel rispondere a questa domanda di colloquio, però, non è particolarmente utile condividere una storia, a meno che non ti venga richiesto.

Ti consiglio quindi di rispondere semplicemente condividendo quello che faresti tu, invece di raccontare storie di dipendenti e colleghi passati che hanno rubato. Raccontare una storia quando non ti è stata chiesta non farà altro che complicare la tua risposta e portare ad ulteriori domande, non necessariamente del tipo buono.

Tuttavia, se l’intervistatore ti chiede: “In un lavoro precedente ti sei imbattuto in uno scenario in cui hai visto un dipendente rubare? Come hai reagito e cosa è successo?”, allora si tratta di un’altra cosa e dovresti raccontare una storia per rispondere alla domanda esatta.

Considera la possibilità di fare tu una domanda all’intervistatore

Questa domanda di colloquio è un ottimo spunto di conversazione e un’opportunità di apprendimento. Puoi cogliere l’occasione per conoscere le politiche esatte dell’azienda e sapere se il tuo piano deve essere perfezionato prima di iniziare il lavoro.

Se ti sembra naturale, quindi, prendi in considerazione la possibilità di terminare la risposta dicendo: “Il furto da parte di dipendenti è stato un problema in passato? Se sì, come ha reagito la direzione?”.

Oppure: “È in linea con quello che chiedete ai dipendenti attuali di fare o c’è qualcosa che deve essere messo perfezionato?”.

Secondo la mia opinione di selezionatore, le frasi di cui sopra dimostrano che un candidato è affidabile e premuroso nella sua carriera e sarebbe un’ottima figura da assumere.

Non devi mai dare l’impressione di essere incerto su come rispondere quando le aziende ti chiedono cosa faresti se vedi qualcuno rubare, ma chiedere un piccolo riscontro alla fine della risposta va bene.

Per concludere

Il modo migliore per rispondere alla domanda “Cosa faresti se fossi testimone di un furto da parte di un collega?” è spiegare che riferiresti ciò che hai visto al tuo diretto superiore senza scatenare un confronto di fronte ai clienti o al team.

Devi cercare di rispondere in modo calmo e pratico, perché i datori di lavoro vogliono sapere che racconteresti loro quello che è successo senza esitazioni. Questo vale sia che si conosca appena la persona che ruba, sia che si tratti di un collega stretto.

Seguendo l’approccio sopra descritto, potrai contare su una risposta convincente e professionale che trasmetterà ai datori di lavoro che sei affidabile e degno di fiducia per quanto riguarda il denaro, in modo da aggiudicarti la posizione.

Articolo correlato: domande di colloquio per il servizio clienti.

 


Biron Clark

Sull'autore

Leggi altri articoli di: Biron Clark


Generatore di curriculum 100% gratuito

Non è richiesta alcuna iscrizione o pagamento.