Risposte alla domanda di colloquio “Come definisci il successo?”

By Biron Clark

Published:

Domande e risposte ai colloqui di lavoro

Biron Clark

Biron Clark

Writer & Career Coach

Ci sono alcuni motivi per cui un responsabile delle assunzioni pone una domanda di colloquio del tipo: “Come definisci il successo?”.

Sta mettendo alla prova la tua etica lavorativa, il tuo atteggiamento e molto altro… e la risposta sbagliata potrebbe costarti la posizione.

Tra poco condividerò come definire il successo nei tuoi colloqui di lavoro con esempi di risposta parola per parola, errori da evitare e suggerimenti per assicurarti che la tua risposta corrisponda a ciò che il datore di lavoro vuole sentire.

Come rispondere alla domanda “Come definisci il successo?” in un colloquio di lavoro

Il modo migliore per rispondere alla domanda “Come definisci il successo?” è dimostrare di tenere a mente gli obiettivi dell’azienda, di impegnarsi a fondo per raggiungerli e di puntare a crescere e migliorare costantemente nel proprio lavoro.

Dimostrare che misuri il successo e le prestazioni lavorative come una strategia per migliorare ti distinguerà dagli altri candidati e impressionerà il potenziale datore di lavoro.

Non c’è una sola risposta giusta o sbagliata a questa domanda, ma l’approccio sopra descritto impressionerà i responsabili delle assunzioni e dimostrerà che sarai in grado di aiutarli a portare avanti la missione dell’azienda.

Poi, per distinguere la tua risposta da quella degli altri candidati, prendi in considerazione l’idea di fornire esempi specifici di uno o più successi ottenuti in passato sul posto di lavoro.

Puoi parlare di un progetto di successo o di un risultato/realizzazione che sei riuscito a ottenere attraverso la tua personale definizione di successo.

Lo vedrai in alcuni esempi di risposta (per esempio, l’ultima frase dell’esempio di risposta n.1), quindi non preoccuparti se non sei sicuro di come fornire esempi specifici di definizione del successo in questo momento.

Se riesci a definire il successo in questo modo, il responsabile delle assunzioni capirà che avrai un impatto positivo sul team e sulla cultura aziendale e sarà quindi più propenso ad assumerti.

Esempi di risposte a “Come definisci il successo?”

Esempio di risposta n.1:

Per me il successo è sfidare me stesso, crescere e imparare.

Guardo anche al successo in termini di quanto sto aiutando il mio team e la mia azienda.

Non credo che si possa avere una buona definizione di successo senza guardare ai risultati che si ottengono con il proprio team.

Tuttavia, credo che sia anche un errore guardare solo ai risultati. Non mi considererei di successo nel mio lavoro se non migliorassi, se non avanzassi a livelli più alti, se non analizzassi gli errori per trasformarli in opportunità di apprendimento, ecc.

Esempio di risposta n.2:

La mia definizione di successo è quella di impegnarsi con costanza e di lavorare per ottenere il miglior risultato possibile in ogni situazione. Per me il successo inizia con l’etica del lavoro. Quando guardo indietro e analizzo il mio lavoro passato, valuto il successo in base a come ho sfruttato la situazione.

Naturalmente, riconosco anche che esistono modi più oggettivi per definire il successo nella maggior parte dei ruoli, e tengo traccia delle metriche di lavoro e dei miei progressi con attenzione. Ad esempio, nel mio ultimo ruolo ho monitorato le mie prestazioni rispetto a quelle di altri addetti alle vendite e rispetto agli obiettivi del team per assicurarmi di contribuire più di quanto ci si aspettasse da me. Questo approccio ha funzionato bene per mantenermi motivato e responsabile, e nell’ultimo anno ho raggiunto più del 145% della mia quota di vendita individuale.

Esempio di risposta n.3:

Definisco il successo guardando al mio sforzo e al risultato complessivo di una situazione. Cerco di mantenere una forte etica del lavoro e di affrontare ogni progetto e compito con grande impegno e un atteggiamento positivo.

E mi piace rivedere i risultati del mio lavoro per cercare modi per migliorare o avere un impatto positivo ancora maggiore in futuro.

Credo che sia questo il modo in cui qualsiasi progetto può avere successo: essere in grado di guardarsi indietro e imparare molto da esso.

Questa definizione di successo mi ha aiutato a lavorare con costanza e a migliorare costantemente nel corso della mia carriera.

Ho notato nella descrizione del vostro lavoro che la vostra azienda valorizza lo sviluppo professionale e l’apprendimento sul lavoro, quindi mi ha entusiasmato il fatto che la visione dell’azienda sembra corrispondere bene al mio approccio agli obiettivi professionali e alla mia definizione di successo.

Esempio di risposta n.4:

Per me il successo significa dare il meglio di me stesso in ogni compito che sto svolgendo, e anche sforzarmi di imparare e migliorare costantemente.

Ho adottato questo approccio nella mia vita personale, ad esempio nello sport, e anche nei lavori precedenti.

Penso anche che il successo significhi essere pazienti e pianificare a lungo termine. Il successo professionale richiede tempo, quindi è importante impegnarsi ogni giorno, non solo nei giorni in cui se ne ha voglia.

Per me, essere una persona di successo significa essere qualcuno su cui la mia squadra può contare per un impegno costante.

E il successo significa che posso guardare indietro dopo ogni mese e anno e vedere che anch’io sono migliorato.

Esempio di risposta n.5:

In una posizione di leadership come quella per cui mi sono candidato, penso che il successo sia legato alla crescita e alle prestazioni del team. Il successo deve sempre essere considerato in qualche modo un lavoro di squadra.

Se il mio team non produce un ottimo lavoro, non cresce, non si unisce e non si sente positivo, allora non sto avendo successo come manager.

Quando ho letto il vostro annuncio di lavoro, mi è sembrato che il lavoro di squadra e la collaborazione siano alcuni dei valori principali della vostra azienda, quindi ero entusiasta di saperne di più su ciò che cercate nei leader che assumete.

Le risposte di cui sopra offrono tutte qualcosa di leggermente diverso l’una dall’altra, ma raggiungono tutte gli stessi obiettivi generali:

  • Dimostrano al responsabile delle assunzioni che sei motivato e ottimista.
  • Dimostrano che sei affidabile e laborioso e che aiuterai a raggiungere gli obiettivi dell’azienda.
  • Dimostrano che non solo punti a raggiungere ottimi risultati, ma che sei anche aperto a migliorare e a imparare.

Tutti i tratti sopra descritti entusiasmano la maggior parte dei responsabili delle assunzioni, perché queste qualità non si possono insegnare. Un candidato al lavoro o ha queste caratteristiche o non le ha.

Inoltre, dimostrerai al datore di lavoro di possedere queste caratteristiche positive, che ti aiuteranno a distinguerti nella ricerca di lavoro e ad essere assunto per posizioni migliori.

Passo facoltativo: condividi una storia di successo passata per concludere la risposta

Se pensi che la tua risposta sia relativamente breve e vuoi aggiungere altro, concludi condividendo un esempio di un risultato o di un progetto passato che è stato un successo.

Scegli un progetto che sia simile al lavoro che svolgerai nel prossimo ruolo, oppure un progetto che dimostri che sei adatto ai valori o alla cultura lavorativa dell’azienda.

Ad esempio, se percepisci che gli obiettivi di un’azienda sono l’espansione e la crescita e se hai contribuito alla crescita della tua ultima azienda, potresti descrivere come hai aiutato l’organizzazione a raggiungere questi obiettivi nel tuo ultimo ruolo.

Potresti dire quanto segue:

Per fare un esempio di una storia di successo passata, nella mia ultima posizione eravamo una startup in fase iniziale che cercava di crescere il più rapidamente possibile. Ho sviluppato nuovi processi e modelli per aiutare il nostro team di vendita a effettuare il 40% in più di chiamate in uscita e di e-mail a settimana, il che ha aumentato il fatturato del nostro team del 29% l’anno scorso. Questo è un caso in cui ho avuto successo a livello personale, ma anche in cui tale successo si è allineato con ciò che il mio team e la mia azienda avevano bisogno di raggiungere. È così che vedo il successo in generale.

Non devi evidenziare i risultati ottenuti in passato quando rispondi alla domanda “Cosa significa per te il successo?” o “Come definisci il successo?”, ma farlo è un modo per distinguerti quando il responsabile delle assunzioni ti chiede di affrontare questo argomento.

Per prepararti al colloquio, pensa a una o due storie di successo recenti o a esperienze passate che siano in linea con il lavoro che andrai a svolgere in questa nuova posizione.

Preparando esempi di progetti passati in cui hai raggiunto i risultati desiderati, aiuterai il responsabile delle assunzioni a capire che può aspettarsi risultati positivi da te anche nel tuo lavoro futuro.

Se fai questo passo, sarai anche pronto a rispondere ad altre domande difficili del colloquio, come ad esempio:

Errori da evitare: cosa non dire nella definizione di successo

Questa può essere una domanda difficile a cui rispondere durante il colloquio, perché è una domanda aperta.

Per concludere, condividerò un paio di errori da evitare quando descrivi la tua visione del successo.

Innanzitutto, non dare una definizione di successo più lunga di 60-90 secondi. Questo è il massimo assoluto a cui tendere, e va bene se la tua risposta è più breve.

In generale, uno dei peggiori errori che si possono commettere in un colloquio di lavoro è quello di dare risposte prolisse, che frustrano ed esauriscono l’intervistatore.

Quindi, quando rispondi a questa domanda durante un colloquio di lavoro, punta a circa 60 secondi.

Il prossimo errore da evitare quando si risponde alle domande del colloquio su come si vede il successo è:

Assicurati di non parlare solo di obiettivi individuali e personali. La risposta deve sempre menzionare anche gli obiettivi del team e dell’azienda.

Se sembri troppo concentrato sui tuoi obiettivi personali e di carriera, senza tenere conto degli obiettivi dell’azienda, il colloquio può risultare negativo. Dimostra di avere a cuore entrambe le cose, se possibile.

Un modo semplice per dimostrare di avere a cuore gli obiettivi di un’azienda è quello di citare semplicemente qualcosa che hai visto nella descrizione del lavoro e che ritieni di poter svolgere bene.

Puoi farlo in risposta a una serie di domande del datore.

Esempio:

Ho notato nella sua descrizione del lavoro che il ruolo sembra molto incentrato su ___. Nel mio ultimo lavoro ho avuto successo in ___ e ___, quindi sono fiducioso di poter entrare in questo ruolo e avere successo.

Puoi usare questa idea quando definisci il successo o quando rispondi ad altre domande comuni nei colloqui di lavoro, come ad esempio:

Conclusione: come definire il successo in un colloquio

Il successo è un concetto soggettivo e diverse persone si sentono vincenti in base a diversi fattori.

Quando rispondi alle domande su come definisci il successo, è meglio dimostrare di essere un giocatore di squadra che bilancia gli obiettivi aziendali con quelli personali e di essere una persona che punta a crescere e migliorare nel tempo.

Poi puoi pensare di concludere con un esempio di un progetto o di un compito passato in cui ti sei sentito vincente e perché.

Nel rispondere a questa domanda, cerca di mostrare sicurezza attraverso il tono di voce, il linguaggio del corpo, ecc.

Questa è una domanda difficile e non esiste una definizione chiara di successo per tutti i ruoli e tipi di carriera, ma la strategia sopra descritta ti aiuterà a dimostrare al responsabile delle assunzioni che sei un candidato forte per qualsiasi ruolo.


Biron Clark

Sull'autore

Leggi altri articoli di: Biron Clark


Generatore di curriculum 100% gratuito

Non è richiesta alcuna iscrizione o pagamento.