Ci sono un paio di argomenti a cui i datori di lavoro tengono di più in un colloquio di lavoro, e nessuno è più importante della tua esperienza passata e del modo in cui questa ti sarà utile nel loro impiego. Quando rispondi a una domanda del tipo: “In che modo la tua precedente esperienza lavorativa è rilevante per questa posizione?”, devi dimostrare di comprendere il lavoro e di avere un’idea chiara di come potresti aiutare l’azienda se venissi assunto. Questo è fondamentale anche se provieni da un altro settore, da un altro tipo di lavoro, ecc. E devi essere pronto a dare una risposta diretta e chiara. Quando un datore di lavoro ti chiede: “In che modo la tua esperienza passata ti è utile per questo ruolo?”, non vuole che tu esiti o che risponda: “Non ne sono sicuro”.

Tra poco ti mostrerò esattamente come rispondere per impressionare l’intervistatore. Condividerò anche diversi esempi di risposte, errori da evitare e altro ancora.

Cosa si intende per “esperienza rilevante”?

Per esperienza rilevante si intende qualsiasi esperienza che ti aiuterà a entrare in un nuovo lavoro e ad avere successo ed efficienza nel ruolo. Alcune competenze sono trasversali a diverse mansioni e professioni, come le capacità di comunicazione, la forma fisica, le capacità organizzative e altro ancora. Preparati in anticipo a questa domanda, perché dovrai prendere in considerazione esperienze passate che all’inizio potrebbero non sembrare rilevanti, ma che in realtà hanno richiesto competenze simili a quelle cercate ora.

L’esperienza rilevante è uno dei tratti principali che un intervistatore cerca e spesso può essere il fattore decisivo in un colloquio. Il primo pensiero di un responsabile delle assunzioni quando fa un colloquio è: “Questa persona ha le competenze e l’esperienza necessarie per svolgere questo lavoro e avere successo?”. Per questo motivo è fondamentale essere pronti a mettere in evidenza le esperienze rilevanti per ogni lavoro che si intende intraprendere. Mentre alcuni responsabili delle assunzioni cercano solo il talento grezzo, la motivazione, l’intelligenza e così via, molti altri guardano alle tue esperienze precedenti e sperano di vedere un lavoro rilevante che ti aiuterà direttamente nella prossima posizione. Quindi, più riesci a dimostrare all’intervistatore di aver utilizzato competenze simili o di aver svolto con successo compiti simili in passato, meglio risponderà alle tue risposte. Se hai un’esperienza lavorativa precedente, evidenziala quando ti viene chiesto di parlare di esperienze passate rilevanti. Anche se non si tratta di una corrispondenza perfetta, trova le somiglianze.

Ti spiegherò meglio come fare nei prossimi passaggi. E se sei un neolaureato o senza esperienza lavorativa, puoi mettere in evidenza ciò che hai studiato, progetti di classe, presentazioni, ricerche, corsi, certificazioni, ecc.

L’esperienza rilevante può includere quanto segue:

  • Lavori precedenti: L’esperienza lavorativa, soprattutto in ruoli simili, dovrebbe essere sempre la prima della lista, perché è probabile che sia la più rilevante. Tuttavia, anche se i ruoli precedenti non hanno riguardato lo stesso settore o la stessa professione, è molto probabile che alcune delle competenze apprese e applicate in quel contesto siano utili anche in questo ruolo.
  • Stage: Questo tipo di esperienza sarà sempre a tuo favore perché, oltre a vantare competenze rilevanti, gli stage evidenziano la tua dedizione, l’etica del lavoro e la capacità di accettare istruzioni in un ruolo subordinato. Se il tuo stage ha riguardato un ruolo simile, dimostrerà al datore di lavoro che hai le capacità, l’esperienza e la determinazione per essere un buon candidato per questo posto.
  • Attività di volontariato: questo tipo di esperienza dice molto sul tuo carattere e sulla tua etica lavorativa, e indica al datore di lavoro che sei disposto a fare sacrifici per il bene comune. Oltre a tutte le competenze acquisite con l’esperienza, il volontariato dimostra sicuramente la tua umiltà, umanità, passione e capacità di relazionarti con le persone.
  • Progetti accademici: progetti e risultati accademici sono un ottimo modo per mettere in mostra le tue competenze tecniche, soprattutto se i requisiti del progetto erano in qualche modo rilevanti per il ruolo per cui ti stai candidando ora. Oltre alle competenze tecniche, i progetti accademici possono mettere in luce anche la capacità di concentrarsi, di rispettare un brief, di rispettare una scadenza e di lavorare efficacemente con più idee in un contesto di squadra.

Leggi: come rispondere a “In che modo la tua esperienza passata è rilevante per questo ruolo?”

Passaggi per rispondere alla domanda “In che modo la tua esperienza passata è rilevante per questo ruolo?”

1. Studia la descrizione del lavoro

Non puoi spiegare come la tua esperienza precedente sia rilevante per il ruolo di un datore di lavoro se prima non capisci la posizione e quali competenze il datore di lavoro vuole vedere. A tal fine è necessario studiare la descrizione del lavoro. Prendi nota di ciò che è elencato in cima ai requisiti. Nota anche cosa viene elencato più volte o più spesso, in termini di competenze ed esperienze professionali.

Infine, è bene sapere se l’azienda indica qualcosa sul tipo di ambiente di lavoro che caratterizza, sul tipo di personalità che sta cercando, ecc. Se è così, puoi approfittarne e, durante il colloquio, cercare di presentare una descrizione di te stesso che corrisponda a ciò che stanno cercando.

2. Rivedi la tua esperienza e cerca le somiglianze

Una volta esaminata la descrizione del lavoro, è il momento di guardare alla tua esperienza (probabilmente rivedendo il tuo curriculum o il tuo profilo LinkedIn) e pensare a quale esperienza lavorativa hai che sia più simile alle esigenze del datore di lavoro. Questa è l’esperienza che più interessa all’intervistatore.

3. Dimostra di aver fatto ricerca

Quando rispondi alla domanda “In che modo la tua esperienza passata è rilevante per questo ruolo?” è bene indicare direttamente che hai fatto delle ricerche sulla posizione. Per farlo, inizia con una frase del tipo: “Ho letto la vostra descrizione del lavoro” oppure “Ho letto la descrizione del lavoro all’inizio della settimana e….”. Fare ricerche sull’azienda e sul ruolo che sta cercando di ricoprire è una buona idea per prepararsi a rispondere alle varie domande del colloquio. I responsabili delle assunzioni apprezzano sempre i candidati che si concentrano sulla posizione e sulle esigenze specifiche, piuttosto che parlare in termini generali.

Questo è un suggerimento che ti consiglio di seguire anche quando rispondi ad altre domande comuni nei colloqui di lavoro, come ad esempio:

4. Scegli uno o due esempi di come la tua esperienza precedente ti aiuterà nel ruolo per cui ti sei candidato.

Non è necessario citare ogni singolo modo in cui la tua esperienza lavorativa passata è rilevante per il lavoro della prossima azienda. Se puoi, scegli da uno a tre modi in cui la tua esperienza professionale passata è correlata/simile a ciò che serve al datore di lavoro. Le aziende preferiscono ascoltare un paio di punti di forza piuttosto che un elenco di 10 idee vaghe che dimostrano a malapena la rilevanza del tuo background.

5. Evidenzia i risultati specifici, quando possibile

Considera poi la possibilità di aggiungere uno o due risultati specifici alla tua risposta. Ad esempio, puoi dire:

Un modo in cui il mio ruolo precedente potrebbe essere rilevante in questo caso è il mio lavoro di vendita diretta alle grandi aziende. Ho visto nella sua descrizione del lavoro che questo sarebbe stato uno dei compiti principali del ruolo e, nella mia ultima posizione, ero al secondo posto in classifica tra i 25 addetti alle vendite in un ruolo dedicato alle vendite a grandi aziende e imprese.

6. L’esperienza recente è migliore

Se non sai quali posizioni passate menzionare, tieni presente che è sempre meglio parlare di lavori recenti, se possibile. Che sia giusto o meno, la maggior parte dei datori di lavoro considera le esperienze recenti come più fresche nella tua mente e quindi più rilevanti.

Ad esempio, se un lavoro richiede competenze nella risoluzione di problemi software e tu hai svolto questo compito in due diverse aziende precedenti, la tua risposta dovrà concentrarsi sulla posizione più recente.

7. Limita la tua risposta a un tempo compreso tra i 45 e i 90 secondi

Come già detto, le risposte che evidenziano due o tre punti chiave saranno più convincenti di una risposta che tocca appena 10 punti diversi.

Quindi, mentre ti prepari e ti eserciti a rispondere, punta a 45-90 secondi. Se ritieni che sia necessario fare di più, o se hai un livello di conoscenza eccezionalmente alto in relazione a questo prossimo ruolo, allora puoi parlare un po’ più a lungo. Tuttavia, 90 secondi è in genere il limite a cui consiglio di puntare quando si risponde a questa domanda.

8. Se sei un neolaureato o una persona in cerca di lavoro, puoi parlare delle tue conoscenze accademiche e delle tue competenze.

Non preoccuparti se non hai esperienze professionali precedenti da indicare nella risposta. Se stai cercando il tuo primo lavoro senza alcuna esperienza lavorativa, allora la tua esperienza accademica è la tua esperienza. Dovresti fornire uno o due esempi di come i tuoi progetti scolastici e i tuoi corsi ti aiuteranno a entrare in questa azienda, a essere produttivo e ad apprendere rapidamente le competenze relative al lavoro. I datori di lavoro vogliono sempre una persona che sia in grado di aggiornarsi rapidamente, di imparare il ruolo e di avere successo, quindi è a questo che devi mirare nella tua risposta al colloquio, sia che l’esperienza venga acquisita in classe, sia che si tratti di stage o di esperienze lavorative.

9. Sii fiducioso: se il datore di lavoro ti ha invitato a fare un colloquio, vuol dire che gli è piaciuto qualcosa del tuo background.

Quando ci si trova di fronte a una domanda diretta durante il colloquio, come “In che modo la tua esperienza passata è rilevante per questo ruolo?”, è facile perdere la fiducia o farsi prendere dal panico. Quindi, durante il colloquio di lavoro, ricorda che qualcosa è piaciuto nel tuo curriculum. Altrimenti non ti avrebbero invitato al colloquio. Inoltre, sappi che spesso nessun candidato possiede tutte le esperienze che un datore di lavoro desidera. Nessuno sarà “perfetto” per il ruolo.

Quindi, in caso di domande sull’esperienza, cerca di rimanere fiducioso e di fare del tuo meglio con la tua risposta, senza preoccuparti dell’esperienza che gli altri candidati potrebbero o non potrebbero avere.

Esempi di risposte a “In che modo la tua esperienza precedente è rilevante per questo ruolo?”

Puoi utilizzare i seguenti esempi di risposte come modelli, sostituendo i dettagli in essi contenuti con informazioni specifiche della tua situazione e del lavoro per cui ti stai candidando:

Esempio di risposta n.1

Ho letto la descrizione del lavoro e sembra che questa posizione sia un misto di vendita e assistenza clienti. Nei miei ultimi due lavori, ho interagito direttamente con 20-40 clienti al giorno per fornire assistenza in un settore simile al vostro, e ho anche svolto attività di vendita ai clienti esistenti in termini di offerta di servizi aggiuntivi e aggiornamenti dopo che avevano sottoscritto il nostro pacchetto base. Credo quindi che il fatto di aver svolto compiti simili di recente, in un settore simile, renda il mio background rilevante per questa posizione.

Esempio di risposta n.2

Nella mia ultima posizione, le mie responsabilità si sovrapponevano sostanzialmente a quelle che sembra stiate cercando in questo ruolo. Ho notato, ad esempio, che il vostro annuncio di lavoro sembra incentrato principalmente su compiti quali la gestione e la crescita di un team di risorse umane, la creazione di documentazione e di procedure operative standard da seguire per i membri del team, la formazione di nuovi dipendenti delle risorse umane nell’azienda, ecc. Nel mio ruolo più recente di supervisore delle risorse umane, ho formato 11 persone nei primi sei mesi e ho contribuito a far crescere il nostro reparto risorse umane da 30 a 49 persone nel primo anno. Questo mentre l’azienda è cresciuta complessivamente del 212% in termini di fatturato. Ho quindi un’esperienza diretta di lavoro come responsabile delle risorse umane in un’azienda in crescita e sono certo che questa esperienza precedente mi aiuterà a entrare in questa nuova posizione e ad avere successo.

Esempio di risposta n.3 (per neolaureati in cerca di lavoro)

Ho letto la vostra descrizione del lavoro e sono sicuro che il mio lavoro accademico mi ha preparato per i compiti e le competenze che sembrano essere al centro del vostro ruolo. Ho visto, ad esempio, che alcuni dei compiti principali citati sono la programmazione e l’organizzazione delle attività quotidiane per il team di content marketing. E ho visto che è richiesto un alto livello di multitasking. Nei miei corsi di economia ero spesso la persona che guidava i progetti e ne stabiliva le tappe, oltre a controllare quotidianamente i progressi di ogni membro del team. Quindi, pur essendo un candidato entry-level, mi presento a voi con un’esperienza diretta nella delega di responsabilità e nella gestione di obiettivi e scadenze. Questi sono alcuni esempi di come la mia esperienza precedente possa essere un vantaggio per il ruolo per cui state assumendo.

Leggendo le risposte di cui sopra, spero che tu possa notare l’utilizzo dei passaggi che abbiamo trattato in precedenza. Nota il tono di fiducia generale in tutte le risposte di questi esempi di colloquio. Nota anche i risultati specifici citati, come interagire con 20-40 clienti al giorno o far crescere un team di risorse umane da 30 a 49 persone. Essere preparato con uno o due esempi specifici può distinguerti durante il colloquio. Durante il colloquio puoi anche indicare una parte del tuo curriculum per attirare l’attenzione dell’intervistatore sul ruolo di cui stai parlando.

Infine, negli esempi di risposta precedenti, nota la chiara menzione della lettura dell’annuncio di lavoro dell’azienda e della comprensione delle proprie responsabilità. Non puoi dare una risposta eccellente che colpisca l’intervistatore se non stai parlando delle esigenze del datore di lavoro.

Per concludere

Se darai una risposta chiara e onesta utilizzando i passaggi sopra descritti, se metterai in evidenza le tue esperienze più recenti che dimostrano che sei qualificato e se citerai i risultati specifici della tua carriera quando possibile, riuscirai a superare questa domanda di colloquio e ad avere le migliori possibilità di essere assunto.

Se c’è una cosa che si può dedurre da questo articolo, è che gli intervistatori e i responsabili delle assunzioni vogliono vedere la prova di esperienze e capacità che si applicano direttamente al loro ruolo. Pensano alle loro esigenze quando si siedono di fronte a te nel colloquio. Assicurati quindi di essere pronto a parlare del loro lavoro tanto quanto dei tuoi lavori passati e della tua carriera professionale fino a questo momento. Più riuscirai a sembrare una soluzione ai loro problemi/bisogni, più è probabile che ti offrano una posizione nella loro azienda.


Biron Clark

Sull'autore

Leggi altri articoli di: Biron Clark


Generatore di curriculum 100% gratuito

Non è richiesta alcuna iscrizione o pagamento.