Rispondere a domande come “Cosa ti piace di meno del tuo ultimo lavoro/attuale lavoro?” può essere complicato. E la risposta sbagliata può far deragliare il tuo colloquio di lavoro! I datori di lavoro non vogliono sentirti parlare male o lamentarti di una posizione, anche se ti fanno una domanda che sembra invitare a farlo.

In questo articolo, quindi, ti spiegherò come rispondere correttamente a questa domanda, senza dire nulla che possa preoccupare il responsabile delle assunzioni!

Come rispondere alla domanda “Cosa ti piace di meno del tuo ultimo lavoro?”

Il modo migliore per rispondere a ciò che ti è piaciuto di meno di un lavoro recente è quello di affrontare la domanda con un tono positivo e informale, indicando una cosa che secondo te sarebbe potuta essere migliore, ma parlando anche di alcuni aspetti positivi del lavoro. Inizia quindi rispondendo direttamente alla domanda, ma non approfondire l’argomento e non ti lamentare o parlare troppo male. Soprattutto, concludi con alcuni aspetti positivi del lavoro, in modo che il datore sappia che sei in grado di trarre il meglio da qualsiasi situazione e che hai un buon atteggiamento generale. Ti conviene sempre dimostrare di essere in grado di rimanere positivo e motivato sul lavoro anche quando le cose non sono perfette al 100%. Questo tipo di risposta farà sentire il datore di lavoro molto più a suo agio nell’assumerti.

I datori di lavoro temono di assumere qualcuno che sia negativo o che si scoraggi o si senta giù se le cose si fanno difficili in azienda. La strategia di risposta di cui sopra dimostrerà che sei positivo e resistente anche se ci sono cose che non ti sono piaciute nel tuo lavoro.

Ora che conosci le fasi della risposta, vediamo alcuni esempi di risposta a questa domanda di colloquio.

Cosa ti piace di meno del tuo lavoro? – Esempi di risposte

Esempio di risposta n.1:

“L’azienda stava crescendo rapidamente, quindi era un po’ disorganizzata e spesso avevo più supervisori e membri senior del team che mi davano istruzioni diverse. Tuttavia, credo che questa sia stata una grande opportunità per migliorare la mia capacità di lavorare sotto pressione e le mie abilità comunicative. Ad esempio, ho dovuto imparare a comunicare in modo chiaro e veloce per chiarire con i miei manager e il mio team se c’era un conflitto in ciò che mi era stato chiesto di fare. Ho apprezzato la maggior parte degli aspetti del lavoro e alla fine mi è piaciuto lavorare in un ambiente così frenetico. È stato necessario un po’ di adattamento. È stata una grande esperienza di apprendimento per me”.

Esempio di risposta n. 2:

“La cosa che mi piace di meno del mio lavoro è la scarsa possibilità di fare carriera e di essere promossi all’interno dell’azienda. È una grande organizzazione e ho imparato molto qui, ma è un’azienda così piccola che è difficile trovare il modo di fare carriera, a meno che qualcuno non vada in pensione o se ne vada. Il mio gruppo è composto da solo quattro persone, per esempio. Questo è uno dei motivi per cui sto cercando lavoro in questo momento; sto cercando un’organizzazione più grande che possa offrire maggiori opportunità di carriera a lungo termine”.

(Come ulteriore passaggio, puoi menzionare anche una o due cose che stai cercando in un nuovo lavoro. Puoi vedere come nel secondo esempio di risposta qui sopra. Anche se non è necessario, è un’opzione da considerare).

Errori da evitare quando si risponde

Il primo grande errore da evitare: non prenderlo come un invito a parlare male della tua ultima azienda. Non è questo che vuole un datore di lavoro quando chiede cosa ti piace di più del tuo impiego precedente. Infatti, questo è forse l’errore più grande quando si risponde a tutte le domande del colloquio. Parlare male ti farà sembrare negativo e ti farà perdere offerte di lavoro, quindi fai attenzione a non parlare mai male di una società, di un capo o di un membro del team.

Un altro errore: non rispondere con un lungo elenco di cose che non ti sono piaciute. È meglio attenersi a una cosa sola. In questo modo sarà tutto più semplice e avrai il tempo di condividere anche alcune cose che ti sono piaciute del lavoro, come ho spiegato nei passi e negli esempi di risposta precedenti.

Bonus: se ti chiedono cosa ti piace di più del tuo ultimo lavoro

Potrebbero anche chiederti cosa ti piace di più del tuo ultimo lavoro. Se fanno questa domanda al colloquio di lavoro, è molto più facile da gestire. Assicurati di mostrare entusiasmo, sembrare positivo in generale e citare una o due cose che ti sono piaciute della mansione, del lavoro e dell’azienda. Puoi citare le opportunità di apprendimento, l’ambiente di lavoro, il team o qualcosa che il precedente datore di lavoro ti ha aiutato a migliorare (come la fiducia in te stesso, la capacità di comunicare con i clienti, ecc.)

Quindi non c’è una risposta “giusta” quando ti chiedono cosa ti è piaciuto del tuo ultimo lavoro, e questa domanda è molto più facile da rispondere di quando ti chiedono cosa non ti è piaciuto.

Esempio di risposta a ciò che ti è piaciuto di più in un lavoro:

“Mi piace il fatto che l’azienda offra opportunità di apprendimento e sembri preoccuparsi di aiutare i propri dipendenti a svilupparsi e crescere professionalmente. Tenevano riunioni settimanali a pranzo in cui imparavamo un nuovo argomento, offrivano il rimborso delle spese formative e tutto il team dirigenziale era molto disponibile e di supporto”.

Questo tipo di risposta ti fa sembrare apprezzabile, positivo ed entusiasta di imparare e crescere professionalmente, cosa che dovrebbe impressionare il responsabile delle assunzioni quando ti farà questa domanda.

Nell’ultima sezione che segue, parleremo di come esercitarsi e prepararsi prima del colloquio.

Come esercitarsi e prepararsi

Se hai letto tutto quanto sopra, ora sai come rispondere alle domande su cosa ti è piaciuto di meno in un lavoro recente e su cosa ti è piaciuto di più. Per prepararti al colloquio, pensa a una o due cose che non ti sono piaciute del tuo lavoro attuale o di quello più recente, e poi pensa ad alcune cose che ti sono piaciute. In questo modo, potrai seguire le risposte di cui sopra per sembrare positivo ed evitare di parlare male dell’azienda!

E come ultima azione, registra qualche esempio di risposta con l’applicazione di registrazione vocale del tuo smartphone (ogni smartphone moderno dovrebbe averne una). In questo modo potrai vedere come suoni quando rispondi e apportare eventuali modifiche se necessario.

Ecco come superare questo tipo di domande nella tua ricerca di lavoro.

Articoli correlati:


Biron Clark

Sull'autore

Leggi altri articoli di: Biron Clark


Generatore di curriculum 100% gratuito

Non è richiesta alcuna iscrizione o pagamento.