Quand’è che i datori di lavoro controllano le referenze?

By Biron Clark

Published:

Dopo il colloquio

Biron Clark

Biron Clark

Writer & Career Coach

 

Se stai cercando lavoro, è probabile che ti vengano chieste delle referenze professionali. Ma quand’è che i datori di lavoro chiamano questi referenti?

In qualità di ex reclutatore, condividerò con te:

  • Quando i datori di lavoro controllano le referenze durante il processo di assunzione
  • Perché NON dovresti fornire referenze in una candidatura di lavoro
  • Quali domande fanno i datori di lavoro quando chiamano i tuoi referenti
  • Passi critici per essere sicuro di fornire delle buone referenze che ti aiuteranno a ottenere il lavoro

Quand’è che i datori di lavoro controllano le referenze?

I datori di lavoro controllano le referenze quando un candidato è vicino alla fine del processo di colloquio e quando l’azienda è interessata a offrire una posizione, ma prima di fare un’offerta.

Controllare le referenze richiede tempo e risorse, quindi la maggior parte dei responsabili delle assunzioni aspetterà a chiamare i tuoi referenti finché non saranno interessati ad assumerti.

A volte, però, un datore di lavoro vuole controllare le referenze di un candidato un po’ in anticipo.

Se l’azienda ha un motivo di preoccupazione, ad esempio se hai difficoltà a spiegare il motivo per cui hai lasciato il tuo ultimo lavoro, potrebbe chiederti delle referenze prima di iniziare il colloquio.

In questo caso, è molto probabile che chiedano un referente che sia il tuo ex responsabile.

La maggior parte dei datori di lavoro chiederà tre referenze in totale, e due dovrebbero essere referenze professionali che possano parlare della tua storia lavorativa e delle tue competenze in materia di lavoro, e garantire la tua capacità di ottenere buoni risultati in questo prossimo impiego.

I selezionatori potrebbero voler chiamare i tuoi referenti un po’ prima

Mentre un potenziale datore di lavoro di solito aspetta la fine del processo di colloquio per iniziare a controllare le referenze, un selezionatore potrebbe voler parlare prima con i referenti di un precedente datore di lavoro.

I selezionatori hanno due motivi per controllare le referenze:

In primo luogo, i selezionatori vogliono assicurarsi che le persone in cerca di lavoro siano competenti e affidabili.

Un reclutatore garantisce per te quando invia le tue informazioni a un responsabile delle assunzioni e raccomanda a un’azienda di fare un colloquio con te.

I responsabili delle assunzioni si fidano dei reclutatori (supponendo che abbiano un buon rapporto di lavoro e una buona storia lavorativa insieme), quindi un reclutatore vuole sapere chi sta inviando per un colloquio di lavoro per mantenere una reputazione e un rapporto positivo con questo responsabile.

In questo caso, il controllo delle referenze lo aiuta a sapere chi sta consigliando al datore di lavoro.

C’è anche un altro motivo per cui i selezionatori possono chiedere in anticipo le referenze della tua ricerca di lavoro… e devi fare attenzione a questo aspetto…

Alcuni reclutatori utilizzano i controlli delle referenze per trovare nuovi candidati con cui lavorare.

Certo, il controllo delle referenze è una parte necessaria del processo di assunzione, ma alcuni reclutatori cercano di approfittarne per trovare potenziali dipendenti da assumere nelle proprie ricerche di lavoro.

A ogni persona verranno poste alcune domande di base per la verifica delle referenze, ma poi verrà chiesto anche se la persona in questione ha preso in considerazione la ricerca di un lavoro o se è aperta a nuove opportunità.

Potrebbero dire che il mercato del lavoro è forte in questo momento, ecc.

Quindi proteggi le tue referenze dal ricevere troppe chiamate e cerca di respingere i reclutatori e i datori di lavoro che vogliono parlare con le referenze prima che tu abbia sostenuto un colloquio.

Puoi dire:

In genere fornisco le referenze dopo che siamo ragionevolmente sicuri che la posizione sia adatta e quando siamo vicini all’offerta di lavoro. In questo modo, le mie referenze non ricevono troppe telefonate e non si infastidiscono durante la mia ricerca di un impiego. Ho un elenco di referenze che sarò lieto di fornire se decideremo che il ruolo è potenzialmente adatto, ma prima vorrei esplorare meglio la posizione.

Leggi qui per ulteriori consigli su come utilizzare un recruiter per trovare lavoro.

Bisogna fornire referenze in una candidatura?

Non consiglio di fornire referenze nelle candidature per i motivi sopra descritti. È troppo presto per permettere a qualsiasi datore di lavoro di chiamare i tuoi referenti.

Non avere paura di rifiutare. Qualsiasi candidato con ottime referenze non vorrà farle chiamare dai potenziali datori di lavoro dopo una semplice candidatura. Darai l’impressione di essere un forte candidato, se ti farai valere!

Assicura solo ai datori di lavoro di avere le referenze pronte, ma poi di’ che vuoi esplorare l’opportunità di lavoro (facendo un colloquio) per vedere prima se può essere potenzialmente adatta a te.

I datori di lavoro controllano le referenze di più candidati?

I datori di lavoro possono controllare le referenze di più candidati. Il responsabile delle assunzioni può effettuare una verifica delle referenze di più di un candidato se non sa chi assumere e ha bisogno di fare paragoni, oppure se non sa se un candidato accetterà l’offerta di lavoro e vuole quindi essere pronto a fare un’offerta al secondo candidato scelto.

È un buon segno se un responsabile delle assunzioni vuole controllare le tue referenze lavorative, ma non significa necessariamente che tu sia l’unico candidato rimasto nel processo di assunzione.

Quindi non abbassare mai la guardia e non smettere mai di cercare di fare la migliore impressione su un datore di lavoro, anche dopo la richiesta di referenze.

Cosa dicono i precedenti datori di lavoro durante un controllo delle referenze?

Quando un potenziale datore di lavoro chiama la tua precedente azienda, quest’ultima rivelerà probabilmente solo informazioni limitate, come ad esempio:

  • Stato occupazionale attuale (occupato attivamente o non più occupato in azienda)
  • Date di inizio e fine del rapporto di lavoro
  • Titolo/i di lavoro ricoperto/i

I tuoi ex datori di lavoro probabilmente non condivideranno nemmeno il motivo del tuo abbandono, sia che tu ti sia dimesso dalla posizione o che tu sia stato licenziato per motivi di rendimento o altro.

I precedenti datori di lavoro sono in genere attenti a non condividere queste informazioni per paura di azioni legali.

Tuttavia, mentre le informazioni rivelate dai precedenti datori di lavoro sono piuttosto limitate, una persona che fornisce referenze può condividere molte più informazioni.

Parliamo quindi di ciò che il tuo datore di lavoro chiederà ai tuoi referenti individuali…

Cosa chiede un datore di lavoro quando chiama i referenti?

Quando un selezionatore, un responsabile delle assunzioni o un addetto alle risorse umane chiama i tuoi referenti, è probabile che ti ponga una serie di domande, tra cui:

  • Se il referente ti conosce
  • Se il vostro rapporto sia professionale o personale
  • Da quanto tempo vi conoscete
  • Come descriverebbe la tua personalità
  • Se ti ritiene affidabile, degno di fiducia, ecc.
  • Se ritiene che sei un buon candidato da assumere

Poi, se il referente dice al potenziale datore di lavoro che eravate colleghi, spesso farà molte più domande sul tuo impiego, tra cui:

  • Che tipo di lavoro hai svolto
  • Come valuterebbe le tue prestazioni lavorative e la qualità del tuo lavoro
  • Se hai avuto problemi o disaccordi sul lavoro
  • Perché hai lasciato il tuo precedente lavoro
  • Se sarebbe disposto a lavorare di nuovo con te in futuro
  • Se ti assumerebbe se dovesse gestire un gruppo di lavoro

Come puoi vedere, sono molte le informazioni che un datore di lavoro può chiedere durante il processo di verifica delle referenze.

Per questo motivo, è meglio dire ai datori di lavoro che preferisci fornire referenze verso la fine del processo di assunzione, e sicuramente dopo aver sostenuto almeno un colloquio per conoscere la posizione.

Altrimenti, i tuoi referenti saranno bombardati di telefonate e si stancheranno presto di rispondere a queste domande.

Anche i referenti più validi, che sono entusiasti di aiutarti ad ottenere il lavoro, si stancheranno se dovranno rispondere a 10 telefonate.

Come regola generale, prima di fornire le referenze per un lavoro, cerca di superare l’intero processo di colloquio, almeno fino al punto di condurre un colloquio faccia a faccia.

Di’ ai potenziali datori di lavoro di non chiamare il tuo attuale datore

Se sei attualmente occupato mentre cerchi lavoro, assicurati di dire a ogni azienda che non hanno il tuo permesso di contattare il tuo attuale datore sul tuo curriculum.

Una volta ho fatto un colloquio di lavoro mentre ero dipendente e questa azienda ha commesso l’errore di chiamare il mio attuale datore di lavoro per verificare la mia qualifica e lo stato di occupazione della mia attuale posizione.

Alla fine mi è andata bene, visto che la nuova azienda mi ha offerto il lavoro.

Ma il mio capo in quest’ultima azienda non ha apprezzato di aver scoperto in questo modo che stessi cercando lavoro altrove! Si è creata una situazione di disagio in ufficio.

Il punto è questo:

A volte, gli addetti al controllo delle referenze lavorano nel reparto risorse umane e non sono nemmeno così esperti o attenti, quindi avvisa sempre e chiaramente l’azienda se non vuoi che chiamino un certo datore di lavoro.

Prepara sempre le referenze prima che chiami un potenziale datore di lavoro

Avere delle referenze fantastiche può aiutarti a ottenere il lavoro e può essere il tassello finale per convincere un datore che saresti un ottimo dipendente, ma solo se le scegli e le prepari adeguatamente.

D’altra parte, scegliere le referenze sbagliate o non prepararle a sufficienza può costarti il lavoro.

Dedica sempre tempo e attenzione alla creazione dell’elenco delle referenze.

Scegli con cura i tuoi referenti e parla prima con ciascuno di essi per chiedere se si sentano a proprio agio nel parlare positivamente del tuo lavoro passato.

Comunica inoltre a ogni referente il titolo del ruolo, il nome del potenziale datore di lavoro che potrebbe chiamare e altre informazioni di base che lo aiuteranno a parlare bene di te.

Se sei un candidato finale del processo, menzionalo. In questo modo, saranno più motivati a parlare con entusiasmo del tuo valore come potenziale dipendente e, di conseguenza, ti aiuteranno ad ottenere il lavoro.

I datori di lavoro controllano i precedenti?

Oltre al controllo delle referenze, alcuni datori di lavoro eseguono un controllo dei precedenti di ogni candidato prima di rilasciare un’offerta.

Dal momento che le verifiche dei precedenti hanno un costo da parte del datore, se ti hanno chiesto di sottoporti a un controllo è quasi certo che il responsabile delle assunzioni o il team delle risorse umane esamineranno le informazioni che hai dato sui tuoi precedenti.

Quindi sì, se un datore di lavoro effettua un controllo sul tuo passato, verificherà queste informazioni.

In un controllo dei precedenti, i datori di lavoro possono vedere le seguenti informazioni:

  • Rapporto di credito
  • Storia lavorativa
  • Precedenti penali
  • Atti giudiziari
  • Documenti di guida

Conclusione: quand’è che i datori di lavoro chiamano i referenti?

I datori di lavoro chiamano i referenti quando un candidato è quasi alla fine del processo di assunzione e dopo aver concluso la maggior parte dei colloqui, ma prima che l’azienda faccia un’offerta di lavoro.

Tuttavia, se un responsabile delle assunzioni o un selezionatore nutre dei dubbi sulla tua storia lavorativa, può chiedere di parlare con un referente professionale prima di iniziare il colloquio.

Se hai letto le informazioni di cui sopra, sai quando dare le referenze, quando puoi aspettarti che i tuoi referenti vengano chiamati e come preparare referenze solide che impressionino i potenziali datori di lavoro.

Una o due buone referenze possono essere il fattore decisivo nel processo di colloquio, quindi rivedi le informazioni di cui sopra e assicurati di fornire referenze al momento giusto e nel modo giusto per ottenere il lavoro.

 


Biron Clark

Sull'autore

Leggi altri articoli di: Biron Clark


Generatore di curriculum 100% gratuito

Non è richiesta alcuna iscrizione o pagamento.