Le migliori risposte a “Perché vuoi lasciare il tuo attuale lavoro?”

By Biron Clark

Published:

Domande e risposte ai colloqui di lavoro

Biron Clark

Biron Clark

Writer & Career Coach

Se stai facendo un colloquio di lavoro mentre hai già una posizione, una delle prime domande che sentirai è: “Perché vuoi lasciare il tuo attuale lavoro?”. E ci sono un paio di errori gravi che possono costarti offerte di lavoro quando rispondi, quindi non è una domanda da prendere alla leggera.

Ecco cosa troverai in questo articolo:

  • Come rispondere al motivo per cui si desidera lasciare il lavoro attuale
  • 12 buoni motivi per voler lasciare il proprio lavoro/azienda
  • 4 errori critici da evitare quando si spiegano le ragioni dell’allontanamento
  • 3 risposte esemplificative, parola per parola, sul motivo per cui si vuole lasciare il lavoro

Come rispondere alla domanda “Perché vuoi lasciare il tuo lavoro?”

Come rispondere se si sta cercando attivamente di lasciare il proprio lavoro

Il modo migliore per rispondere alla domanda sul perché stai lasciando il tuo attuale lavoro è concentrarti sugli aspetti positivi che speri di ottenere da una nuova posizione, piuttosto che parlare male degli aspetti negativi del tuo precedente lavoro o della tua azienda.

Come rispondere se sei già stato licenziato dal tuo lavoro

Se sei stato licenziato e l’intervistatore non è a conoscenza del fatto che non sei attualmente impiegato, dovresti dirlo. Se sei stato disoccupato per più di qualche settimana, è probabile che questo aspetto venga fuori da un controllo del tuo passato.

Leggi questo articolo per capire come spiegare il licenziamento.

E se hai bisogno di spiegare altri motivi per cui hai lasciato un lavoro precedente, leggi questo articolo.

Come rispondere se non stai cercando attivamente di andartene, ma sei aperto a nuove opportunità

Se non sei sicuro di voler lasciare il tuo impiego e vuoi semplicemente fare qualche colloquio per vedere cosa c’è sul mercato del lavoro, puoi informare l’intervistatore che non stai cercando attivamente un cambiamento. Poi, spiega come sei venuto a conoscenza della posizione di questo datore di lavoro e di’ perché eri interessato a fare domanda/colloquio.

Ad esempio, forse non hai un motivo valido per lasciare la tua attuale posizione, ma un reclutatore ti ha chiamato e ti ha parlato di una posizione di livello superiore che offre un migliore equilibrio tra lavoro e vita privata e che è più vicina a casa tua.

In questo caso, potresti semplicemente dire:

“Non ero alla ricerca attiva di un lavoro, ma <nome del reclutatore> mi ha contattato per questa nuova opportunità di lavoro e mi è sembrato un passo avanti nella carriera che si adattava bene al mio background e alle mie competenze, quindi ero interessato a sostenere un colloquio e a saperne di più”.

Quando rispondi alle domande del colloquio sul motivo per cui vuoi lasciare il tuo attuale lavoro, non è consigliabile menzionare fattori come l’equilibrio tra lavoro e vita privata e la lunghezza del tragitto, almeno non in un primo colloquio di persona o come risposta a un colloquio telefonico. È meglio concentrarsi sui motivi legati alla carriera che spingono a cercare un nuovo lavoro o a lasciare il ruolo attuale.

A breve condividerò un elenco completo di buoni/cattivi motivi per lasciare il lavoro, quindi non preoccuparti se non sei ancora sicuro di quale motivo esatto dare.

12 buoni motivi per lasciare un lavoro

Tutte le risposte che seguono sono ottime ragioni per lasciare un lavoro e possono essere tranquillamente usate durante il colloquio di lavoro.

  • Cercare nuove sfide/opportunità
  • Cercare una posizione o un titolo di lavoro di livello superiore
  • Cercare un ruolo più in linea con i propri obiettivi di carriera a lungo termine
  • Desiderio di entrare in un nuovo settore o tipo di azienda
  • Desiderio di sperimentare un nuovo ambiente di lavoro dopo aver trascorso molto tempo nella tua attuale azienda
  • Desiderio di lavorare in un’azienda più o meno grande (purché si possa spiegare perché lo si desidera per la propria carriera)
  • Dover trasferirsi e dover trovare un lavoro in una nuova città o in un nuovo Stato
  • Desiderare l’opportunità di assumere un ruolo di leadership più ampio
  • Desiderio di cambiare completamente carriera
  • Licenziamenti o altre incertezze presso l’attuale datore di lavoro
  • Cambiamenti nella visione/direzione aziendale presso l’attuale datore di lavoro
  • Un cambio di direzione presso l’attuale datore di lavoro

Errori da evitare quando si risponde a questa domanda

Non parlare mai male

Quando un intervistatore ti chiede “Perché stai lasciando il tuo attuale lavoro?” potrebbe sembrare che ti stia invitando a parlare male del tuo attuale datore di lavoro o a parlare degli aspetti negativi del tuo ruolo. Tuttavia, non dovresti mai farlo. Parlare male ti farà sempre apparire poco professionale in un colloquio. Anche se ci sono problemi importanti nel tuo attuale ruolo o organizzazione, è meglio resistere all’impulso di condividerli. I responsabili delle assunzioni vogliono assumere qualcuno che sia positivo e che abbia lasciato il suo ultimo lavoro in buone condizioni, poiché questo suggerisce che ti adatterai bene anche se vieni assunto nella loro organizzazione.

Quindi l’errore principale da evitare sempre con questa domanda di colloquio di lavoro è parlare male. A breve dedicherò un’intera sezione di questo articolo a come evitare di parlare male in questa domanda di colloquio, quindi non preoccuparti se non sei ancora sicuro.

Per prima cosa, continuiamo con altri errori da evitare quando si risponde.

Non elencare troppi motivi per cui vuoi andartene e non parlare per più di un minuto.

Non c’è bisogno di citare cinque motivi diversi per andarsene. La cosa migliore da fare è contenere la risposta in modo che duri meno di un minuto e condividere solo uno o due motivi per cui si è disposti a cambiare lavoro. Se le ragioni sono molteplici, come ad esempio il desiderio di un ruolo che si adatti meglio ai tuoi obiettivi di carriera, il desiderio di apprendere nuove competenze e il fatto che non ti piaccia il management del tuo attuale datore di lavoro, scegli una o due ragioni che ti sembrano più positive e di cui ti senti più a tuo agio a parlare.

Evita di dire qualsiasi cosa che faccia pensare che farai fatica a ottenere buoni risultati nella tua prossima azienda.

Tutti i seguenti sono motivi negativi per lasciare la tua attuale posizione:

  • Non riuscire ad andare d’accordo con il proprio capo/collaboratore
  • Commettere errori frequenti sul lavoro
  • Difficoltà nell’apprendimento del lavoro o scarso rendimento nell’azienda attuale

Evita di dare una risposta non correlata al lavoro/alla carriera

È un errore anche dire a un potenziale datore di lavoro che stai cercando di lasciare il tuo attuale lavoro per un motivo personale.

Ad esempio:

  • Volere un tragitto più breve
  • Non essere pagati a sufficienza
  • Lavorare troppe ore nel ruolo attuale

Ora, questi esempi vanno bene se citati come motivo secondario per lasciare la posizione attuale. Ma è sempre bene che la motivazione sia legata al lavoro.

Ad esempio, puoi dire:

“Sto cercando un’opportunità di avanzamento di carriera che mi permetta di assumere un ruolo di leadership; inoltre, i miei spostamenti sono piuttosto lunghi, quindi se riuscissi a trovare una posizione più vicina a dove vivo, sarebbe un bel vantaggio”.

Come evitare di parlare male quando rispondi alla domanda “Perché lasci il tuo attuale lavoro?”

Se hai letto tutto quanto sopra, sai che non devi mai parlare male di un datore di lavoro quando descrivi il motivo per cui vuoi lasciare il tuo attuale impiego (o il motivo per cui hai lasciato il tuo ultimo lavoro). Di seguito, condividerò alcune idee ed esempi di risposte per evitare di parlare male di un precedente datore di lavoro, a prescindere da quanto sia stato terribile.

Questo ti aiuterà a mantenere la tua risposta al colloquio positiva al 100%, in modo da essere assunto più velocemente.

Parla di ciò che vuoi ottenere

Cosa speri di ottenere o di ottenere IN PIÙ da questa transizione lavorativa? Potrebbe essere un certo ambiente di lavoro di cui vorresti far parte. Una determinata sfida che ti piacerebbe affrontare (come guidare un team, condurre progetti, lavorare in modo più pratico, ecc.). Potrebbe trattarsi di una serie di cose. Ma scegli uno o due compiti/aree che vuoi svolgere di più… e assicurati che siano aree offerte da questo lavoro. (Non è il caso di dire che stai cercando un’opportunità per guidare le persone se il lavoro è un ruolo individuale. Perché dovrebbero assumerti per un lavoro che non corrisponde a quello che dici di voler fare?) Ma se lo fai correttamente, dimostrerai loro che non sei disperato e che stai cercando il lavoro giusto, non solo un lavoro qualsiasi. Questo è un ottimo modo per posizionarsi come candidato di punta e come persona da assumere.

Parla di ciò che ti è piaciuto nel tuo lavoro attuale

C’è anche un’altra cosa da fare quando si risponde alla domanda “perché vuoi lasciare il tuo lavoro?” per far sembrare la risposta più positiva. Puoi parlare di come sei grato per ciò che hai imparato nel tuo attuale lavoro. Oppure parlare di come hai acquisito grandi competenze in quel contesto, ma è semplicemente arrivato il momento di fare qualcosa di nuovo.

Ecco come potrebbe suonare:

“Ho imparato molto qui ed è stato fantastico. Sento che è arrivato il momento di cambiare aria perché voglio avere più opportunità di fare ____”.

Questo è un modo per iniziare a rispondere alla domanda sul perché si vuole lasciare il lavoro attuale.

Alcuni altri esempi/frasi che potresti utilizzare per iniziare la risposta:

“Ho imparato molto in questo ruolo, ma dopo due anni sento di essere pronto per ____”.

“Ho apprezzato molto questa posizione negli ultimi 3 anni. Sento che per far crescere ulteriormente la mia carriera devo espormi a nuove sfide e la vostra azienda ha attirato la mia attenzione perché ____”.

Un avvertimento: se dici di volere maggiori opportunità di fare qualcosa, l’intervistatore ti chiederà se hai cercato di ottenerle nel tuo attuale lavoro. Ad esempio, se dici di voler essere più coinvolto nel lavoro con i clienti o i committenti, il responsabile delle assunzioni potrebbe chiederti: “Hai provato a vedere se c’è l’opportunità di farlo nella tua attuale azienda?”. Quindi tieniti pronto per questo.

Vediamo ora alcuni esempi completi di risposte ai colloqui…

Esempi di risposte al perché si vuole lasciare il lavoro attuale

Esempio di risposta n.1:

“Il mio ruolo mi è piaciuto molto, ma sono qui da due anni e penso che sia arrivato il momento di mettermi alla prova. Una cosa che mi piacerebbe fare è gestire progetti, e ho notato che è menzionato nella descrizione del lavoro per questo ruolo. Ho chiesto al mio attuale capo e non è una responsabilità che posso assumermi con il mio attuale ruolo o con il mio attuale team, e non hanno spazio per promuovermi in questo momento, quindi è per questo che sono disposto a lasciare il mio attuale lavoro”.

Esempio di risposta n.2:

“Ho ottenuto molto dalla mia attuale posizione nell’anno in cui l’ho ricoperta. Tuttavia, per continuare a mettermi alla prova e a crescere nella mia carriera, credo sia giunto il momento di cambiare. Al momento il mio ruolo non prevede molte interazioni umane e questa è un’abilità che voglio sviluppare maggiormente. Mi piace che questo lavoro sembri offrire un misto di inserimento dati come quello che sto facendo ora e anche un po’ di servizio al cliente. Adoro interagire con i clienti ed è una cosa che ho fatto molto nel lavoro che ho svolto tre anni fa, quindi mi piacerebbe tornare a farlo. Mi può dire di più su come potrei aiutare il vostro servizio clienti in questo ruolo?”

Ora, le risposte di esempio ai colloqui di cui sopra presuppongono che tu sia attivamente alla ricerca di un lavoro e che stia attivamente cercando di lasciare il tuo attuale impiego. Vediamo ora alcuni esempi di risposte se stai valutando delle opportunità ma non sei alla ricerca attiva di un lavoro.

Risposta d’esempio se non stai cercando attivamente lavoro:

“In realtà non sono in cerca di lavoro, ma quando il vostro reclutatore mi ha contattato per questa posizione, mi è sembrata interessante. Nel mio attuale lavoro gestisco persone da due anni e mi piacerebbe assumere una maggiore leadership man mano che avanzo nella mia carriera. Il selezionatore con cui ho parlato, Josh, mi ha accennato all’opportunità di costruire e guidare un team di 5 persone in questo ruolo. Può dirmi qualcosa di più al riguardo?”

Questa è un’ottima risposta perché stai spiegando la vostra situazione in modo chiaro e diretto, mostrando anche perché vuoi il loro lavoro o cosa potrebbe convincerti ad accettarlo. Inoltre, termini la risposta ponendo una domanda a tua volta. Questa è un’ottima tattica per distinguerti durante il colloquio!

Rispondere alla domanda “Perché vuoi lasciare il tuo lavoro?” – Istruzioni rapide

  1. Parla di ciò che hai imparato e guadagnato nel tuo attuale lavoro e di come lo apprezzi (anche se forse sei pronto a cambiare impiego).
  2. Quindi evidenzia ciò che speri di ottenere nella prossima opportunità.
  3. Parla sempre in modo positivo e di ciò che vuoi fare dopo, invece di parlare male o parlare di ciò che vuoi “evitare” nel tuo lavoro attuale.
  4. Mai parlare male o lamentarsi
  5. Non parlare di problemi legati al rendimento o dell’incapacità di gestire il lavoro attuale.
  6. Se stai cercando attivamente lavoro, sii onesto e dillo.
  7. Se non sei alla ricerca attiva di un lavoro, sii chiaro anche su questo, ma fornisci un motivo per cui potresti prendere in considerazione un nuovo lavoro

Ora sai come rispondere a domande come: “Perché vuoi lasciare il tuo attuale lavoro?” o “Perché vuoi lasciare il tuo lavoro?”.

Se seguirai questi passaggi, farai colpo sull’intervistatore e aumenterai le tue possibilità di ottenere l’offerta di lavoro.


Biron Clark

Sull'autore

Leggi altri articoli di: Biron Clark


Generatore di curriculum 100% gratuito

Non è richiesta alcuna iscrizione o pagamento.