Le migliori risposte a “Come ti descriverebbero i tuoi colleghi?”

By Biron Clark

Published:

Domande e risposte ai colloqui di lavoro

Biron Clark

Biron Clark

Writer & Career Coach

 

È probabile che in un colloquio di lavoro ti vengano rivolte alcune o tutte queste domande, che possono decretare se otterrai il lavoro:

  • Come ti descriverebbero i tuoi colleghi?
  • Come ti descriverebbero i tuoi amici?
  • Cosa direbbe il tuo capo di te?

E ci sono alcuni tipi specifici di risposte che il responsabile delle assunzioni o l’intervistatore spera di sentire (e non sentire). Quindi, per aiutarti a sentirti pronto, esamineremo i motivi per cui i datori di lavoro fanno questa domanda e, soprattutto, cosa vogliono sentirsi dire. Poi vedremo come deve suonare una buona risposta… con 5 risposte di esempio complete per diversi scenari… quindi assicurati di leggere fino alla fine. 

Cominciamo…

Perché i datori di lavoro chiedono come ti descriverebbero i tuoi colleghi, i collaboratori o il capo:

Cominciamo con il motivo per cui i datori di lavoro pongono questo tipo di domanda durante il colloquio. 

In primo luogo, i datori di lavoro vogliono avere un’idea onesta dei tuoi punti di forza e di debolezza, e questa domanda di solito ottiene una risposta più onesta rispetto alla semplice domanda “Come ti descriveresti?” o “Cosa puoi dirmi di te?”.

Inoltre, vogliono assicurarsi che tu sia onesto e consapevole di te stesso. Ad esempio, se dici che il tuo capo e i tuoi colleghi dicono che sei tranquillo sotto pressione e sempre fiducioso e rilassato, e ti presenti al colloquio con un’aria estremamente nervosa, potresti suscitare qualche dubbio nel responsabile delle assunzioni.

Ecco perché chiedono: “Come ti descriverebbero i tuoi colleghi?” e altre domande simili.

Passaggi per rispondere alla domanda “Come ti descriverebbero i tuoi colleghi?”

1. Sii onesto quando possibile

Innanzitutto, sii onesto e cerca di dare una risposta sincera. L’intervistatore sta davvero cercando di capire chi sei come lavoratore e come persona quando ti fa questa domanda. E se dai una risposta che sembra troppo falsa o scritta a tavolino, non si sentirà a suo agio nel fidarsi di te o nell’assumerti!

Passiamo ai passaggi successivi su come rispondere e poi vedremo anche degli esempi di risposta. 

2. Scegli uno o due tratti per mantenere la risposta semplice e facile da fornire.

Con domande di questo tipo non bisogna dilungarsi troppo nella risposta, quindi è meglio scegliere una o due cose di cui parlare. Menzionando cinque cose diverse farai più male che bene, e la tua risposta diventerà dispersiva e più difficile da fornire in modo impressionante!

Scegli quindi una o due caratteristiche che ritieni vere e vantaggiose, soprattutto quelle che ti saranno utili nel lavoro di QUESTO datore. È il modo migliore per impressionarlo quando chiede come ti descriverebbero i tuoi colleghi o amici.

3. Spiega perché hai scelto queste caratteristiche, possibilmente con un esempio.

Dopo aver risposto alla domanda, spiega “perché” e poi descrivi un po’ il motivo per cui queste parole verrebbero usate per descriverti. C’è un risultato chiave dei tuoi ultimi due lavori di cui puoi parlare?

Ad esempio, puoi dire:

“Credo che i miei amici e i miei colleghi mi descriverebbero come una persona piena di risorse e che risolve i problemi prima che mi vengano richiesti. Nel mio ultimo lavoro, ad esempio, ho fatto risparmiare 25.000 dollari al nostro reparto di produzione identificando un problema elettrico prima che causasse danni”.

4. Se possibile, mostra come queste caratteristiche ti aiuterebbero ad avere successo nel loro lavoro.

Questo si chiama “personalizzare” la risposta. Non è obbligatorio, ma è ideale parlare di qualcosa che ti aiuterà direttamente nel lavoro di questo datore. Per esempio, diciamo che nella descrizione del lavoro si parla di un leader comprovato e di una persona in grado di creare nuove procedure per il team e di guidare direttamente il personale.

Esempio di risposta:

“I miei colleghi mi descrivono come un leader naturale. Spesso prendo la guida dei progetti e facilito la comunicazione tra i diversi gruppi per assicurarmi che tutti siano sulla stessa pagina. Per questo motivo, nel mio ultimo lavoro il mio capo mi ha incaricato di coordinare i progetti tra il nostro reparto e altri due”.

5. Rispondi in modo conciso (circa un minuto)

Le risposte di esempio riportate qui sopra sono lunghe quanto consiglio di parlare. Non parlare per due o tre minuti. In caso di dubbio, puoi sempre dire: “Questo ha risposto alla sua domanda o vuole che vada più nel dettaglio?”.

È comunque molto meglio che parlare per tre minuti senza pause, perché è molto probabile che il responsabile delle assunzioni voglia solo una risposta breve e semplice quando chiede come ti descriverebbero i colleghi o i capi precedenti.

Come rispondere a “Cosa direbbe di te il tuo capo?”

Se l’intervistatore chiede specificamente cosa direbbe il tuo capo di te, è meglio scegliere una caratteristica positiva e sostenerla con un esempio.

Esempio di risposta:

“Il mio capo direbbe che sono scrupoloso e attento ai dettagli. Raramente ha dovuto controllarmi e aveva fiducia in me nel lavorare in modo indipendente. Ci vedevamo una volta alla settimana, ma a parte questo, ero da solo. Mi piace questo tipo di ambiente di lavoro e, da quello che ho letto nella descrizione del lavoro, sembra che il vostro sia un ambiente simile. Può dirmi qualcosa di più sull’ambiente che c’è qui?”

Se chiedono qualcosa di NEGATIVO che il tuo capo direbbe di te:

Può darsi che ti chiedano: “Qual è la cosa negativa che il tuo capo direbbe di te?”. Questa è simile a domande come “qual è la tua più grande debolezza?” o “quali sono le aree da migliorare?” . Quando rispondi, indica qualcosa che non è fondamentale per il lavoro per cui stai facendo il colloquio (altrimenti potresti perdere l’offerta di lavoro!) e descrivi cosa stai facendo per migliorare questa debolezza.

Esempio di risposta a qualcosa di negativo che il tuo capo direbbe di te:

“Il mio capo direbbe che sono più bravo come collaboratore individuale che come leader, dato che non ho ancora guidato formalmente un team nella mia carriera e ho fatto solo un po’ di leadership di progetto nel mio ultimo ruolo. Tuttavia, è qualcosa su cui sto iniziando a lavorare. Nella mia ultima posizione, ho avuto l’opportunità di formare due nuovi membri del team, ed entrambi sono diventati i migliori produttori alla fine dell’anno nel nostro reparto”.

Risposte a “Come ti descriverebbero i tuoi amici?”

Poi, se ti chiedono come ti descrivono i tuoi amici, è meglio scegliere due o tre caratteristiche, e supportarne almeno una con un esempio. 

Ti consiglio di indicare la caratteristica più importante che vuoi condividere, di fare un esempio e poi di nominare una o due altre caratteristiche. Non preoccuparti se ti sembra complicato: ho incluso un esempio completo di risposta qui sotto per mostrarti esattamente come suonerà in un colloquio di lavoro:

Esempio di risposta:

“I miei amici mi descrivono come una persona che prende iniziative e non ha paura di prendere decisioni. Spesso sono io a dare un suggerimento o a decidere un piano quando gli altri sono indecisi. Direbbero anche che sono sicuro di me e rilassato sotto pressione. Di solito sono io a mantenere la calma e a pensare in modo logico a un problema, anche se la situazione è un po’ stressante”.

Il più grande errore da evitare quando si risponde

Spero che i suggerimenti e gli esempi di cui sopra ti abbiano dato una buona idea di come creare la tua risposta. Per concludere, ecco un paio di errori fondamentali da evitare:

Innanzitutto, non dire una cosa se è completamente falsa. Potresti essere tentato di dire qualcosa che pensi che il responsabile delle assunzioni voglia sentirsi dire, come “Sono amichevole ed estroverso”. Ma la verità è che il datore di lavoro vuole conoscerti meglio. E se stai dicendo una completa bugia, se ne accorgerà subito. Quindi sii genuino e condividi i tratti positivi – se puoi quelli che si riferiscono al suo lavoro – ma non sforzarti di mentire o di essere falso.  Anche se un lavoro sembra adatto a una persona estroversa e rumorosa (ad esempio, il lavoro di vendita), assumono comunque persone introverse e silenziose! Alcuni dei migliori venditori che ho incontrato nella mia carriera sono introversi e sono stati grandi ascoltatori che hanno fatto molte domande prima di fare una vera “vendita”.

A parte questo, assicurati di avere una risposta pronta in generale. È un errore anche dire “non sono sicuro” o “non lo so”.

Per concludere, esercitati a rispondere a casa utilizzando gli esempi e le linee guida di cui sopra e sarai pronto ogni volta che l’intervistatore ti chiederà: “Cosa direbbero di te i tuoi capi/collaboratori?” o una qualsiasi delle domande correlate che abbiamo esaminato.

Non è una domanda a trabocchetto quando ti chiedono “come ti descriverebbero i tuoi colleghi?” e non è qualcosa per cui essere nervosi. Ma è necessario prepararsi in anticipo. Fortunatamente, ora hai a disposizione i passaggi per farlo!

 


Biron Clark

Sull'autore

Leggi altri articoli di: Biron Clark


Generatore di curriculum 100% gratuito

Non è richiesta alcuna iscrizione o pagamento.