Esempi di risposta a “Dove ti vedi tra 5 anni?”

By Biron Clark

Published:

Domande e risposte ai colloqui di lavoro

Biron Clark

Biron Clark

Writer & Career Coach

Una delle domande più comuni che si sentono nei colloqui è: dove ti vedi tra 5 anni? (o 2 anni, 3 anni, ecc.) Il problema: chi sa onestamente dove sarà in quel lasso di tempo? Il trucco è che i responsabili delle assunzioni non si aspettano che tu lo sappia quando rispondi a questa domanda. Vogliono solo sentire alcune cose fondamentali nella tua risposta.

In questo articolo, quindi, condividerò con te:

  • Perché i responsabili delle assunzioni pongono questa domanda di colloquio e cosa cercano davvero
  • Come rispondere alla domanda in 3 passaggi per dimostrare ai datori di lavoro che sei adatto al loro impiego
  • Gli errori da evitare quando rispondi a dove ti vedi tra 5 anni
  • Esempi di risposta parola per parola

Perché i datori di lavoro chiedono dove ti vedi tra 5 anni

Quando l’intervistatore ti pone questa domanda, non si aspetta che tu sappia davvero dove sarà la tua carriera o la tua vita tra cinque anni. Nessuno ti controllerà. In realtà, potresti anche non lavorare con lo stesso datore di lavoro. Quindi non importa se la previsione dei tuoi obiettivi a lungo termine è accurata.

L’unica cosa che conta è dare una buona risposta che ti faccia ottenere l’offerta di lavoro, e puoi farlo mettendo in evidenza alcuni tratti che l’intervistatore vuole vedere e che dimostrano al datore di lavoro che sei adatto alla sua posizione e alla sua azienda.

Cosa vogliono sentire i responsabili delle assunzioni quando fanno questa domanda:

  1. Vogliono sentire che hai pensato ai tuoi obiettivi a lungo termine e al tuo futuro, e che ti preoccupi del tuo percorso di carriera e della tua crescita (perché questo significa che lavorerai di più, avrai un atteggiamento migliore e sarai più motivato nella loro azienda).
  2. Vogliono assicurarsi che tu sia ambizioso e orientato agli obiettivi in generale.
  3. Vogliono sapere che sei interessato al tipo specifico di lavoro per cui stanno assumendo e che non ti stai candidando solo perché sei alla disperata ricerca di una posizione qualsiasi (questo è anche il motivo per cui ti chiedono: “Perché ti stai candidando per questa posizione?”).

Se non dimostri ai datori di lavoro che hai riflettuto sulla direzione da prendere per la tua carriera e/o se non riesci a dimostrare che i tuoi obiettivi sono in linea con il lavoro per cui ti sei candidato, ti costerà un’offerta di lavoro. E se sembra che tu non voglia davvero la loro posizione specifica,non ti assumeranno nemmeno. I datori di lavoro hanno MOLTI candidati tra cui scegliere e quasi sempre scelgono un candidato che ha motivi specifici per desiderare il loro lavoro.

Questo significa documentarsi sull’azienda prima del colloquio ed essere pronti a citare alcune cose che ti entusiasmano della descrizione del lavoro, della missione generale dell’azienda, del settore, ecc.

Leggi: come rispondere alla domanda “Dove ti vedi tra 5 anni?”

Come dare la risposta perfetta a dove ti vedi tra 5 anni

Innanzitutto, ecco la cosa peggiore che tu possa fare: rispondere in modo da far sembrare che tu non ci abbia pensato o che non abbia obiettivi di carriera o aspirazioni a lungo termine. Ricorda: i datori di lavoro vogliono sapere che stanno assumendo una persona orientata agli obiettivi, motivata e interessata alla propria carriera e al proprio futuro a lungo termine.

Questo è il primo passo…

1. Pensa a dove vorresti essere tra 5 anni nella tua carriera.

Non c’è niente di peggio che dire: “Wow, non ci avevo pensato. Non ne ho idea”. E non si deve nemmeno fare un buco nell’acqua e dire “Ehm, mi faccia pensare”. Pensare a questo aspetto in anticipo ti preparerà a parlare con sicurezza dell’argomento.

2. Assicurati di sembrare leggermente ambizioso

Non è il caso di dire: “Mi vedo nella stessa posizione a fare lo stesso lavoro tra cinque anni”. Ricorda: tra 5 anni nessuno ti batterà sulla spalla per sapere come stai! Se vuoi rimanere nel tuo prossimo lavoro per cinque anni senza cercare di ottenere promozioni, è una tua scelta. Ma dire questo non ti aiuterà ad essere assunto per la maggior parte dei lavori di alta qualità.

Quindi, per il colloquio, basta dire qualcosa che sia un po’ impegnativo ma comunque ragionevole.

3. Adatta la tua risposta all’azienda e al lavoro

Come ultimo passo, assicurati che con qualsiasi obiettivo quinquennale tu condivida, tu possa spiegare come il lavoro per cui stai facendo il colloquio si inserisca in quell’obiettivo. Altrimenti, si chiederanno se vuoi davvero il loro lavoro e se resterai a lungo. Ad esempio, se stai facendo domanda per la tua prima posizione di supervisore e vuoi diventare manager nei prossimi cinque anni, potresti spiegare che ti piacerebbe molto guidare le persone e che il tuo grande obiettivo di carriera è quello di entrare nella dirigenza. A quel punto potresti spiegare facilmente come questo ruolo di supervisore sia un ottimo primo passo verso la leadership e come saresti in grado di eccellere in questo lavoro e di godere di questa opportunità.

Questo vale anche quando rispondi alla domanda “qual è il lavoro dei tuoi sogni?“: non è necessario che tu dica che si tratta esattamente del lavoro dei tuoi sogni, ma dovrebbe avere delle somiglianze con quello che vuoi fare a lungo termine!

Dove ti vedi tra 5 anni? – Esempi di risposta

Ora che abbiamo visto perché i datori di lavoro che assumono chiedono dove ti vedi tra cinque anni e come rispondere, diamo un’occhiata a degli esempi di risposta parola per parola.

Esempio di risposta n.1

“Sono passati solo due anni da quando mi sono laureato e ho iniziato a lavorare, ma direi che il mio obiettivo in cinque anni è quello di vedere una crescita significativa delle mie capacità di vendita. Uno dei miei obiettivi di carriera a lungo termine è quello di occuparmi di formazione e tutoraggio nelle vendite, magari come manager o formatore aziendale, ma so che il primo passo è quello di padroneggiare il lavoro quotidiano. Nei prossimi cinque anni, quindi, mi auguro di continuare a sviluppare le mie capacità di vendita, sia di persona che al telefono, e di proseguire il mio attuale percorso di carriera come venditore. Ho esaminato il vostro annuncio di lavoro e mi sembra che questa posizione offra grandi sfide e opportunità di apprendimento per una persona relativamente nuova nella carriera di venditore come me”.

Esempio di risposta n.2

“Nei prossimi 5-10 anni spero di poter guidare un team o un reparto. Mi è sempre piaciuta la leadership nella mia carriera, quindi crescere come leader è uno dei miei principali obiettivi di carriera in questo momento. Il vostro annuncio di lavoro sembrava entusiasmante e menzionava alcune grandi opportunità di leadership, quindi ero ansioso di sostenere un colloquio di lavoro e di saperne di più su questa opportunità.”

Esempio di risposta n.3

“Da quando sono diventato leader di progetto nel mio ultimo lavoro, ho scoperto che mi piace molto la gestione dei progetti. Tra cinque anni spero di poter dirigere progetti più grandi o magari di gestire più team di progetto. Ho pensato che la vostra posizione di senior project manager fosse un ottimo passo in questa direzione e che avrebbe rappresentato una bella sfida, sfruttando al tempo stesso i miei oltre 2 anni di precedente esperienza di leadership di progetto nello stesso settore.”

Esempio di risposta n.4:

“Di recente ho sviluppato il mio piano quinquennale. Poiché in questo momento sto cercando una posizione entry-level nel settore dei social media e del content marketing, tra cinque anni vorrei diventare un manager o un supervisore in questo settore, o eventualmente un project manager. Ciò significa che nei prossimi anni dovrò padroneggiare i fondamenti e gli aspetti pratici del ruolo per poter avanzare in futuro. E poi, in una prospettiva di carriera a lungo termine, mi piacerebbe spaziare in altre aree del marketing digitale e dirigere un intero dipartimento di marketing per la mia azienda. Questa posizione sembra perfetta per il mio obiettivo quinquennale, in base a ciò che ho visto nella descrizione del lavoro, quindi non vedevo l’ora di venire a fare un colloquio per saperne di più”.

Le risposte di esempio sopra riportate sono efficaci per alcuni motivi. Fanno quanto segue:

  • Dimostrare al responsabile delle assunzioni che hai chiaramente riflettuto sull’argomento
  • Ti fanno sembrare leggermente ambizioso
  • Spiegano non solo dove vuoi arrivare tra 5 anni, ma anche come il lavoro specifico dell’azienda si inserisca nei tuoi obiettivi a lungo termine e perché ti sei candidato per la loro posizione!

Se fai queste tre cose e mantieni la tua risposta concisa e diretta, riuscirai a far sorridere l’intervistatore e a fare un passo avanti verso l’offerta di lavoro. Queste sono le risposte che l’intervistatore vuole sentire per decidere se le persone in cerca di lavoro sono adatte all’azienda. Puoi usare questo stesso stile di risposta se un responsabile delle assunzioni ti chiede quali sono i tuoi obiettivi di carriera fra 2 anni, 10 anni o qualsiasi altro periodo di tempo. E puoi usarlo anche se ti fanno una domanda simile durante il colloquio, come ad esempio: “Quali sono i tuoi obiettivi di carriera?”. Basta modificare l’inizio della risposta e dire: “Tra 5 anni spero di fare ….”.

Adatta le risposte ai diversi livelli di lavoro e ai diversi settori industriali

Nel rispondere alla domanda, dovrai considerare lo status del ruolo nella gerarchia del dipartimento.

Se ti stai candidando per un ruolo entry-level, va bene parlare della tua ambizione di passare al livello successivo dell’organizzazione entro cinque anni. Ad esempio, se la posizione è quella di un contabile, ma tu stai conseguendo una laurea in contabilità, è ragionevole aspettarsi di passare a una posizione di contabile dopo la laurea.

Sii cauto nella risposta se ti candidi per una posizione di medio livello. I dipendenti che ricoprono questi ruoli spesso vi rimangono fino a quando i dirigenti di alto livello non vanno in pensione o si spostano in altri ruoli. Considera chi ricopre la posizione che speri di ottenere nei prossimi cinque anni e se sta seguendo una traiettoria di carriera.

Piuttosto che dire al responsabile delle assunzioni che speri di ottenere un ruolo di primo piano, esprimi il tuo interesse ad apprendere nuove competenze che ti saranno utili nel lavoro per cui ti stai candidando. Potresti anche accennare a spostamenti laterali all’interno del reparto per ampliare le tue competenze.

Chi si candida per una posizione di livello superiore dovrebbe parlare degli obiettivi che spera di raggiungere per l’azienda, come l’aumento delle vendite o l’introduzione di un nuovo prodotto. Se avranno successo, apporteranno ulteriore valore all’organizzazione.

Esempi di risposte specifiche per il settore

Assistenza sanitaria:

“Mi immagino come un infermiere professionista esperto, che ha acquisito una vasta conoscenza dell’assistenza ai pazienti e dei trattamenti all’avanguardia. Spero di poter guidare un team dedicato di professionisti sanitari come infermiere responsabile, dove lavoriamo insieme per fornire un’assistenza eccezionale e implementare soluzioni innovative che migliorino i risultati di salute. Inoltre, mi propongo di partecipare attivamente alla ricerca e all’apprendimento continuo per rimanere aggiornato sugli ultimi progressi nel settore”.

Tecnico:

“Tra cinque anni mi vedo come ingegnere software senior, a capo di un team di sviluppatori di talento e a contribuire a progetti di grande impatto che risolvono problemi complessi. Il mio obiettivo è promuovere una cultura dell’innovazione e della collaborazione all’interno del mio team, in cui ci sfidiamo costantemente a imparare e a crescere. Spero anche di fare da mentore agli sviluppatori junior, condividendo le mie conoscenze e la mia passione per la tecnologia per aiutarli a crescere nella loro carriera. Rimanendo aggiornato sulle ultime tendenze del settore, intendo sviluppare soluzioni all’avanguardia che favoriscano la crescita dell’azienda”.

Finanza:

“Tra cinque anni voglio diventare un analista finanziario, sfruttando le mie competenze per ottimizzare i portafogli di investimento e aiutare i clienti a raggiungere i loro obiettivi finanziari. Spero di aver sviluppato una solida comprensione delle tendenze del mercato e dei modelli finanziari, che mi consenta di fornire raccomandazioni perspicaci che contribuiscano al successo complessivo dell’azienda nel settore. Rimanendo al passo con le opportunità di investimento emergenti e impegnandomi in un apprendimento continuo, intendo diventare un consulente di fiducia per i clienti, i colleghi e l’azienda”.

Cosa evitare quando si risponde

Se un responsabile delle assunzioni ti chiede dove ti vedi tra cinque anni, evita i seguenti errori nella tua risposta:

Non esprimersi in modo chiaro

A volte i candidati non sanno come rispondere a questa domanda. Non vogliono che il responsabile delle assunzioni pensi che lasceranno il lavoro non appena troveranno qualcosa di meglio, quindi per non apparire troppo ambiziosi daranno una risposta generica che non dia all’intervistatore alcuna idea delle loro aspirazioni.

Gli intervistatori vogliono sapere che sei orientato agli obiettivi. Preparati con una risposta specifica che dimostri che hai riflettuto seriamente sul tuo futuro e sulla traiettoria di carriera che desideri.

Esprimere il desiderio di lasciare l’azienda o il settore

Ecco un segreto: dire all’intervistatore cosa si intende realizzare nei prossimi cinque anni va bene. Assicurati solo che non sia molto diverso dal ruolo per cui stai facendo il colloquio.

Per esempio, se stai facendo domanda per un lavoro come responsabile del reporting finanziario e dici al responsabile delle assunzioni che hai intenzione di aprire un’attività di contabilità nei prossimi cinque anni, potrebbe scegliere un altro candidato. Sa che non pensi a lungo termine alla sua organizzazione.

Assicurati che la tua risposta si riferisca all’azienda e alla tua professione. Puoi includere anche obiettivi personali. Assicurati però che questi obiettivi non richiedano di lasciare l’azienda o di entrare in un nuovo settore di lavoro. Altrimenti, il responsabile delle assunzioni sceglierà un altro candidato che aspira davvero a rimanere nell’organizzazione a lungo termine.

Concentrarsi solo sulle ambizioni personali

Tutti noi abbiamo obiettivi personali per i quali stiamo lavorando. Forse stai scrivendo un libro che speri di pubblicare presto o ti svegli all’alba per fare esercizio fisico e perdere peso. Questi sono ottimi obiettivi da raggiungere e dovresti continuare a progredire.

Se da un lato è possibile parlare degli obiettivi personali nella risposta, dall’altro è necessario trovare un modo per incorporare gli obiettivi di carriera che si applicano alla posizione.

Per esempio, se stai lavorando a una laurea avanzata o a una certificazione che si applica al ruolo o alla tua professione, dovrai condividerla con il responsabile delle assunzioni. Vedranno che stai prendendo l’iniziativa di migliorarti, a beneficio tuo e loro.

Conclusione: come determinare dove ti vedi tra 5 anni e come rispondere

Se hai letto tutto quanto sopra, saprai cosa cercano i datori di lavoro quando ti fanno questa domanda e come spiegare dove ti vedi tra cinque anni per impressionarli.

Il primo passo da compiere è pensare a un’idea generale di dove speri di essere tra cinque anni. Ricorda: nessuno ti seguirà e controllerà! Prova a fare un’ipotesi sulla direzione che vorresti prendere con la tua carriera e scegli qualcosa che ti sembri ambizioso… (qualcosa che sia 1-2 passi avanti rispetto al punto in cui sei attualmente). Se lo farai, dimostrerai all’intervistatore che sei orientato alla tua carriera e che ti sei preso il tempo di pensare a dove ti vedi tra cinque anni o più.

E se riesci a spiegare in che modo il loro lavoro si adatta ai tuoi obiettivi a lungo termine (fase 3/3 delle istruzioni riportate all’inizio dell’articolo), allora saranno ancora più colpiti dalla tua risposta a questa domanda di colloquio.

Ecco come rispondere a un colloquio di lavoro su dove ti vedi tra cinque anni.


Biron Clark

Sull'autore

Leggi altri articoli di: Biron Clark


Generatore di curriculum 100% gratuito

Non è richiesta alcuna iscrizione o pagamento.