Domande e risposte di colloquio comuni per l’inserimento dati

By Biron Clark

Published:

Domande e risposte ai colloqui di lavoro

Biron Clark

Biron Clark

Writer & Career Coach

Le domande più comuni ai colloqui per l’inserimento dati includono domande sulla tua attenzione ai dettagli, sulla tua capacità di lavorare in un ambiente frenetico, sul motivo per cui vuoi lavorare nell’inserimento dati e altro ancora. In questo articolo, esamineremo alcune delle principali domande e risposte ai colloqui di lavoro per l’inserimento dati per aiutarti a essere assunto!

Cominciamo…

Le migliori domande di colloquio per l’inserimento dati con cui allenarsi

1. Perché vuoi questo lavoro?

Questo è uno dei principali tipi di domande che sentirai in un colloquio di inserimento dati… I datori di lavoro vorranno sapere perché sei entrato nel mondo dell’inserimento dati o cosa ti piace di questo settore. Oppure, se si tratta del tuo primo lavoro di inserimento dati, ti chiederanno perché vuoi fare questo tipo di lavoro. Aspettati di sentire almeno qualche domanda su questo argomento.

Un’altra variante che potresti sentirti chiedere è:“Perché ti sei candidato per questa posizione?“.

Quando ti fanno domande come questa, ti conviene dimostrare di aver fatto le dovute ricerche e di sapere cosa comporta il lavoro. Poi conferma che sei interessato a questo tipo di lavoro e, se possibile, parla di una o due delle tue competenze chiave o delle tue esperienze passate che ritieni ti aiuteranno ad avere successo in questo ruolo.

(Molte persone in cerca di lavoro si stupiscono quando dico loro che dire semplicemente “ho bisogno di un lavoro per pagare le bollette” non è sufficiente. Ma posso dire con certezza al 100% che i datori vogliono SEMPRE sentire un motivo per cui vuoi questo lavoro specifico.)

2. Parlami del tuo ultimo lavoro

Indipendentemente dal fatto che tu abbia svolto un lavoro di inserimento dati prima del tuo attuale colloquio, i datori di lavoro vorranno sapere cosa hai fatto di recente. (Anche se è già presente nel tuo curriculum.) Sii quindi pronto ad entrare nel dettaglio dei risultati ottenuti in passato. E cerca di far sembrare tutto il più pertinente possibile all’inserimento dati, se non hai svolto questo tipo di lavoro in passato.

Mostra lavori simili.

Per esempio, forse nella descrizione del lavoro hai visto che lavorerai in un ambiente dal ritmo serrato. Anche se in passato non ti sei occupato di inserimento dati, dovrai indicare altre mansioni che ti hanno visto impegnato in lavori veloci e che richiedevano un lavoro accurato e rapido. Se la descrizione del lavoro menziona l’attenzione ai dettagli, parla di come i tuoi lavori passati abbiano richiesto attenzione ai dettagli. Il posto migliore in assoluto per ottenere indizi su ciò che il datore sta cercando è studiare la descrizione del lavoro.

Così potrai “adattare” le tue risposte al colloquio per mettere in evidenza ciò che sta più a cuore a loro!

3. Hai mai lavorato nel campo dell’inserimento dati?

Potrebbero chiederti direttamente se hai lavorato in passato nel settore dell’inserimento dati. Sii pronto a rispondere direttamente e non cercare di evitare la domanda.

Se lo hai fatto, puoi dire: “Sì, l’ho fatto presso <nome dell’azienda>”.

In caso contrario, puoi dire “no”.

Tuttavia, preferisco dire “no, ma…”.

E poi condividi ciò che hai fatto di più simile. Ecco un esempio…

“No, ma nel mio ultimo lavoro gestivo i dati dei clienti e delle transazioni in Excel e dovevo assicurarmi che venissero inseriti tempestivamente e con precisione alla fine di ogni mese. Non avevo un ruolo dedicato all’inserimento dati, ma eravamo una piccola start-up e io ero la persona principale responsabile di questo aspetto”.

4. Con quale tipo di dati hai lavorato?

Se in passato hai svolto attività di inserimento dati, è probabile che ti vengano chieste informazioni specifiche sul tipo di dati con cui hai lavorato. In generale, i datori di lavoro vogliono vedere il più possibile lavori passati simili. Quindi è meglio se hai lavorato con tipi di dati simili o se hai inserito dati in un settore simile. Non si tratta sempre di un requisito “difficile”, ma è quasi sempre visto come un vantaggio. Aspettati quindi delle domande nei colloqui di lavoro per l’inserimento dati sui settori in cui hai lavorato e sui tipi di dati con cui hai avuto a che fare in passato.

5. Quali sono i tuoi punti di forza professionali?

Se durante il colloquio ti chiedono quali sono i tuoi punti di forza, devi cercare di indicare i punti di forza legati al tipo di lavoro per cui stai facendo il colloquio. Quindi potresti dire che il tuo più grande punto di forza è l’attenzione ai dettagli o la capacità di lavorare in un ambiente frenetico mantenendo l’accuratezza del tuo lavoro. Sii pronto a fornire un esempio di qualsiasi punto di forza tu abbia nominato. Se ti chiedono un esempio, devi essere in grado di continuare rapidamente e con sicurezza, dicendo qualcosa del tipo: “Nel mio ultimo lavoro, abbiamo avuto una situazione in cui ___”…

Se vuoi un aiuto in più, ho scritto un articolo completo su come gestire la domanda di colloquio sui tuoi maggiori punti di forza QUI.

6. Perché dovremmo assumerti per questo lavoro?

I datori di lavoro ricevono MOLTI candidati per un lavoro medio di inserimento dati e alcuni potrebbero chiederti direttamente durante il colloquio: “Perché dovremmo assumerti?“. Assicurati di essere preparato a questa domanda e di essere pronto a dare una risposta sicura e chiara senza divagare. Nella risposta, cerca di evidenziare una o due qualifiche chiave che apporti al ruolo. Se in passato hai lavorato nel settore dell’inserimento dati e hai un’esperienza di successo in questo tipo di ruolo, fallo presente. In caso contrario, cita il lavoro più simile che hai svolto.

Evita di dire “non sono sicuro”.

So che è una domanda difficile a cui rispondere, ma devi essere pronto con qualcosa di specifico quando te lo chiedono. Non devi dire: “So di essere la persona migliore in assoluto per questa posizione!”… Devi solo essere in grado di dare dei motivi tangibili per cui sei adatto al loro lavoro e perché il loro team lavorerebbe meglio con te al suo interno!

7. Cosa sai della nostra azienda?

Devi sempre essere pronto a rispondere a questa domanda, soprattutto in caso di colloqui telefonici, che sono i momenti in cui è più probabile che tu la senta. E sentirai spesso questa domanda durante i colloqui di lavoro per l’inserimento dati, perché i datori vogliono assicurarsi che tu abbia compreso appieno cosa comporta il lavoro. (L’inserimento dati può essere molto ripetitivo e noioso,soprattutto per la persona sbagliata. I datori di lavoro vogliono essere sicuri di non assumere qualcuno che odierà il ruolo.) Non vogliono assumerti per poi vedere che ti annoi sei mesi dopo e ti licenzi. Quindi, quando rispondi a questa domanda, dimostra loro che hai esaminato la descrizione del lavoro. E cerca di indicare le due o tre cose principali che il lavoro ti richiederà di fare.

Ad esempio, puoi dire: “Ho dato un’occhiata alla descrizione del lavoro prima di candidarmi e sembra che la maggior parte del mio tempo sarà dedicata a fare ___ e ___, come parte del team ___. Sembra anche che farò un po’ di ___, ma non così tanto. È corretto?”.

8. Fammi un esempio di una situazione difficile che hai incontrato nel tuo lavoro di inserimento dati.

Se in passato hai svolto attività di inserimento dati, è probabile che durante il colloquio ti venga posta una domanda sulle sfide che hai affrontato. Sii pronto a fornire un esempio di una sfida passata, di quali passi hai fatto per superarla e del risultato finale che hai ottenuto (se puoi, un risultato finale di successo o un’inversione di tendenza se un progetto si trovava in difficoltà). Se non hai mai svolto un lavoro di questo tipo, potresti comunque sentire una domanda simile a questa durante il tuo colloquio di lavoro per l’inserimento dati. In questo caso, sentirai qualcosa come: “Fammi un esempio di una sfida che hai affrontato in passato e parlami di come l’hai gestita”.

Un’altra variante di questa domanda a cui devi essere pronto: “Parlami di una volta in cui hai fallito“.

Tieniti pronto anche per questa. Per questa domanda di colloquio, devi essere pronto a citare un vero e proprio fallimento, ma anche cosa hai imparato da esso e quali misure hai adottato per assicurarti che non si ripeta mai più. Non dare la colpa agli altri. Sembra umile e dai l’impressione di accettare quello che è successo. E mostra come hai trasformato la cosa in un’esperienza di apprendimento positiva. Questo è un buon consiglio per i colloqui di lavoro in generale, sia che si tratti di un colloquio di lavoro per l’inserimento dati o di qualsiasi altro colloquio…

I datori di lavoro non vogliono mai sentirti parlare male o incolpare gli altri. E vogliono sempre una risposta onesta e genuina quando fanno domande sui fallimenti, sulle difficoltà, ecc. La chiave è dimostrare di imparare e migliorare sempre e di non lasciarsi fermare da un fallimento occasionale.

9. Quali domande hai sulla posizione?

Dovresti porre domande alla fine di OGNI colloquio. In caso contrario, i datori di lavoro penseranno che non sei interessato al loro lavoro o che non ti interessino davvero la tua ricerca di lavoro e la tua carriera in generale. Non vuoi dare l’impressione di accettare qualsiasi lavoro e che non ti interessi. (Se lo fai, ti ritroverai senza lavoro. Farai fatica a trovare un lavoro per mesi.)

Esamina quindi questo elenco di buone domande da porre all’intervistatore e scegline 4-5 in modo da essere pronto per ogni colloquio che affronterai. Consiglio di mischiare le domande e di farne 2-3 sul lavoro e 2-3 sul team e sull’azienda in generale. Chiedi sempre almeno un parere sul lavoro specifico. Se sembri interessato solo all’azienda ma non al lavoro, non verrai assunto! Il responsabile delle assunzioni sta assumendo per il PROPRIO team e ha bisogno di qualcuno che lavori sodo.

È un grosso errore nel colloquio avere motivi per cui un’azienda ti interessa, ma nessun motivo per cui ti interessi la posizione.

Ultimo passaggio: assicurati di esercitarti nelle risposte

Ora che conosci le domande più comuni ai colloqui di lavoro per l’inserimento dati e come rispondere, non dimenticare di esercitarti! Ti consiglio di registrarti mentre parli con il tuo telefono (ogni smartphone al giorno d’oggi ha un’applicazione di registrazione vocale) e poi di vedere come suoni. Assicurati di centrare i punti chiave di cui vuoi parlare con queste domande comuni. E assicurati di sembrare a tuo agio e rilassato. Se hai difficoltà a sembrare sicuro di te durante un colloquio, ho scritto un articolo sull’argomento QUI.

E se hai qualche domanda sui consigli e le informazioni di cui sopra, lascia un commento qui sotto e fammelo sapere!

Spero che questo elenco di domande e risposte sui colloqui di inserimento dati ti abbia aiutato a prepararti e a sentirti pronto per il tuo prossimo colloquio.


Biron Clark

Sull'autore

Leggi altri articoli di: Biron Clark


Generatore di curriculum 100% gratuito

Non è richiesta alcuna iscrizione o pagamento.