Cosa ti distingue dagli altri candidati? (Le migliori risposte)

By Biron Clark

Published:

Domande e risposte ai colloqui di lavoro

Biron Clark

Biron Clark

Writer & Career Coach

I responsabili delle assunzioni amano porre domande di colloquio del tipo: “Cosa ti rende unico?” o “Cosa ti distingue dagli altri candidati?”. Lo fanno per misurare la tua sicurezza, ma anche per vedere quanto capisci del lavoro per cui stai facendo il colloquio. E ci sono un paio di errori fondamentali che devi evitare se vuoi ottenere un’offerta di lavoro. Ti illustrerò quindi i passi esatti per rispondere a questa domanda, con degli esempi.

Passi per rispondere alla domanda “Cosa ti distingue dagli altri candidati?”

1. Fai sempre una ricerca

La prima cosa da fare per rispondere a questa domanda è assicurarsi di aver compreso il ruolo. Studia la descrizione del lavoro come parte della tua ricerca pre-colloquio. Se non fai ricerche sull’azienda… i selezionatori e i responsabili delle assunzioni se ne accorgeranno. E assumeranno qualcuno che ha fatto uno sforzo in più per informarsi sul lavoro prima di presentarsi al colloquio.

Quindi non saltare questo punto. Vedrai come usarlo anche negli esempi di risposta che arriveranno a breve.

2. Metti in relazione il tuo background con i requisiti della posizione e menziona tutto ciò che ti rende unico.

Una volta effettuata la ricerca, il passo successivo per rispondere alla domanda “Che cosa ti distingue dagli altri candidati?” è quello di evidenziare gli elementi più rilevanti del tuo background. Che cosa hai fatto di più simile a ciò che serve all’azienda per questo lavoro? Ecco come fare colpo quando rispondi a questa domanda (così come a domande come “Perché dovremmo assumerti?”).

Quindi, ad esempio, potresti dire:

“Ho notato nella descrizione del lavoro che cercate qualcuno che sappia fare un mix di inserimento e analisi dei dati. Un’esperienza che mi distingue dagli altri candidati è la mia conoscenza esperta di Excel. Nel mio ultimo ruolo, ero responsabile della creazione di molteplici tabelle pivot ogni mese per aiutarci ad analizzare dati complessi, quindi penso che avrei un vantaggio unico in questo ruolo e sarei in grado di contribuire maggiormente rispetto agli altri candidati”.

Cerca sempre di confrontare il tuo background con il lavoro e le sue esigenze.

3. Non fare confusione con il lavoro

Proprio come quando rispondi alla domanda “parlami di te”, è meglio mantenere una risposta professionale e legata al lavoro. Non rispondere dicendo all’intervistatore che puoi bere una birra in 3 secondi, che sei nato con 6 dita su un piede o che possiedi 7 lucertole da compagnia. Per rispondere a questo tipo di domande è meglio, e più sicuro, parlare solo della propria esperienza professionale o aziendale.

4. Concludi con fiducia

Ci sono momenti in cui l’intervistatore vuole vedere se sei consapevole di te stesso, se sei umile, ecc. (ad esempio, quando ti chiede “quali sono i tuoi punti deboli?”). Questo non è uno di quei momenti. Quando ti fanno domande di questo tipo, così come domande del tipo “Perché dovremmo assumerti?”, vogliono una risposta diretta e sicura. VOGLIONO che tu ti vanti un po’ di te stesso. Quindi, concludi sempre con fiducia e spiega direttamente perché dovrebbero scegliere te e cosa ti contraddistingue.

Vedrai come negli esempi della prossima sezione.

Cosa ti distingue e cosa ti rende unico – Esempi di risposta:

Ora che abbiamo illustrato i passaggi e i consigli su come rispondere, vediamo alcuni esempi reali di ciò che potresti dire quando condividi la tua esperienza e spieghi cosa ti distingue dagli altri candidati.

Esempio di risposta n.1:

“Ho notato nella descrizione del lavoro che cercate qualcuno che sappia gestire progetti e comunicare direttamente con i clienti. Un’esperienza che mi differenzia dagli altri candidati è il mio background nella gestione di progetti software in una piccola startup, dove mi è stato chiesto di fare esattamente questo: essere il project manager rivolto al cliente, ma anche gestire tutto internamente. Penso quindi che avrei un vantaggio unico in questo ruolo, e sarei in grado di entrare in azione più velocemente e di contribuire più rapidamente di altri candidati”.

Esempio di risposta n.2:

“Una cosa che mi distingue dagli altri candidati è il mio background nel servizio clienti. Nel mio precedente team, sono stato in grado di creare una serie di procedure operative standard e documenti che ci hanno aiutato a risparmiare tempo e a semplificare le comunicazioni con i clienti. Ho scoperto che la persona tipica di questo ruolo o di questa funzione non ha una grande esperienza nel servizio clienti, poiché si tratta per lo più di un ruolo incentrato sulla tecnologia. Posso intervenire e condividere l’esperienza di contatto con i clienti, che credo possa aiutare il team a migliorare le prestazioni e a risparmiare tempo”.

Ricorda di scegliere le cose che sono uniche per te, ma anche quelle che hanno il maggior potenziale per aiutare l’azienda! Più le tue risposte al colloquio saranno incentrate su di loro e sulle loro esigenze, più offerte di lavoro riceverai come candidato.

Errori da evitare quando si risponde

Innanzitutto, non si tratta di un tipo di domanda in cui si vuole tirare a indovinare. Non devi nemmeno dare una risposta sarcastica del tipo: “Non so chi altro ha intervistato. Non è una cosa che dovrebbe decidere lei?”. Non sprecare questa occasione per vantarti di te stesso. Dai una risposta chiara e diretta. Qualsiasi altra cosa è un errore. Gli altri candidati forniranno questo tipo di risposte e tu non vorrai essere l’unica persona che non ha risposto alla domanda.

L’altro grande errore da evitare è quello di non aver fatto ricerche sul lavoro. Non puoi condividere esperienze rilevanti se non conosci i desideri/bisogni dell’azienda. Sarai certamente in grado di citare una o due cose che ti rendono diverso dagli altri candidati, ma non saprai se si tratta di qualcosa che interessa al datore per questo lavoro. Ecco perché studiare la descrizione del lavoro è il primo dei consigli su come rispondere. Questo è un passo che dovresti fare per qualsiasi colloquio, non solo per una domanda specifica.

Questi passi possono aiutarti a rispondere a una serie di domande nei colloqui di lavoro

Se seguirai i consigli di questo articolo, avrai una risposta eccellente ogni volta che un intervistatore ti chiederà cosa ti rende unico come candidato, o cosa puoi apportare alla sua azienda che nessun altro ha, ecc. Le informazioni contenute in questa pagina hanno però un potenziale molto più ampio: puoi utilizzare questi passaggi e concetti per un’ampia gamma di domande simili, tra cui:

Assicurati quindi di prendere il tempo necessario per comprendere i concetti che ho condiviso sopra. Questo si basa sulla mia esperienza di recruiter da circa 5 anni e ti aiuterà a ottenere più offerte di lavoro durante i colloqui, indipendentemente dalle domande che ti faranno.

Puoi usare questo stesso schema per superare la maggior parte delle domande ai colloqui…

Non limitartvi a memorizzare una risposta rapida su ciò che ti distingue dagli altri candidati per poi andare avanti. Pensa allo schema generale degli esempi di risposta e cerca di fare di più in molte delle tue risposte. Ciò significa dimostrare al datore di lavoro che conosci le mansioni che svolge, parlare direttamente di come puoi aiutarlo e concludere con fiducia. (Lo fai dicendo cose del tipo: “Ecco perché sono sicuro di poter entrare nel ruolo, di poter essere rapidamente all’altezza di questa posizione e di avere successo qui”.) Questo è lo schema che raccomando di usare per molte risposte ai colloqui che condivido su questo sito, perché funziona; è quello che i datori di lavoro vogliono sentire.

Più riuscirai a parlare in questo modo come candidato, più sarai in grado di convincere i datori che sei la persona giusta per quel lavoro! Quando l’azienda confronterà tutti i candidati incontrati, ti distinguerai… perché avrai dato risposte che riguardano il datore di lavoro, non solo te stesso.

C’è ancora un altro passo da fare…

Ultimo passaggio: inizia a fare pratica con le risposte

Nulla è perfetto al primo tentativo e devi assicurarti di mostrare passione ed entusiasmo insieme alle caratteristiche professionali richieste.

Quindi, come ultimo passo, esercitati su questa domanda a casa. Puoi esercitarti allo specchio, oppure il mio metodo preferito: registrati mentre parli con lo smartphone e riproduci l’audio per sentire come suoni. Molti candidati leggono articoli come questo sul web mentre si preparano, ma pochi si esercitano fino a quando non sono veramente sicuri. Quindi questo è un altro modo per darsi un vantaggio!


Biron Clark

Sull'autore

Leggi altri articoli di: Biron Clark


Generatore di curriculum 100% gratuito

Non è richiesta alcuna iscrizione o pagamento.