Come rispondere con sicurezza alle domande dei colloqui

By Biron Clark

Published:

Preparazione al colloquio

Biron Clark

Biron Clark

Writer & Career Coach

 

Ai datori di lavoro piace assumere candidati fiduciosi durante un colloquio di lavoro.

Se sembri sicuro di te stesso, penseranno che sarai in grado di svolgere meglio il lavoro.

Ma come puoi assicurarti di suonare e apparire sicuro di te stesso durante i colloqui?

Sentirsi sicuri di sé durante un colloquio è una cosa, ma è importante assicurarsi che i datori di lavoro se ne accorgano.

E se non sei sicuro di te stesso o di una delle domande del colloquio del datore di lavoro, come puoi fingere sicurezza? (E dovresti?)

A breve condividerò i modi migliori per mostrare sicurezza in un colloquio, in modo da essere assunti più velocemente.

Come mostrare sicurezza nei colloqui di lavoro:

1. Mantieni il contatto visivo quando rispondi alle domande

La capacità di stabilire un contatto visivo e di mantenerlo è una delle abilità più importanti da padroneggiare se si vuole mostrare sicurezza in qualsiasi interazione.

Esercitati a mantenere un buon contatto visivo mentre ascolti ma anche mentre parli (la maggior parte delle persone trova più difficile creare e mantenere il contatto visivo mentre parla, quindi presta maggiore attenzione a questo aspetto).

Non c’è niente di più importante del contatto visivo quando si tratta di mostrare sicurezza, e si nota molto se guardi verso il basso o di lato quando parli con l’intervistatore.

2. Mantieni una postura sicura di sé

Una volta presa l’abitudine di mantenere il contatto visivo, è il momento di pensare alla posizione del corpo.

È consigliabile stare in piedi e seduti in posizioni aperte, con le braccia lungo i fianchi e non incrociate. Fai in modo che il tuo corpo occupi molto spazio, piuttosto che rimpicciolirti. Ecco come sembrare sicuri di sé.

Esempio di foto: questo è l’opposto di una “posizione sicura di sé”. Ecco come NON sedersi. Vedi come sembra “ripiegata” e occupa il minor spazio possibile?

come mostrare sicurezza in un colloquio con la postura

Non si vede nemmeno il volto della donna in questa foto, ma si capisce che è apprensiva e per nulla sicura di sé…

Se vuoi maggiori informazioni e aiuto sul linguaggio del corpo e sulle “posizioni di potere”, ecco un articolo completo sui migliori consigli sul linguaggio del corpo.

3. Non agitarti quando rispondi

Stai fermo e fai movimenti controllati e calcolati. Non tenere in mano una penna o un foglio e non agitarti continuamente. Fai attenzione a non battere le mani o i piedi.

Va bene parlare e muovere le mani. Probabilmente nella maggior parte dei colloqui è persino una buona cosa mostrare entusiasmo. Ma non muovere le mani quando dovresti ascoltare! (Maggiori informazioni sull’ascolto in arrivo…)

4. Sorridi e cerca di goderti il processo

Le persone sicure di sé sorridono. Le persone nervose fanno smorfie o corrugano il viso e sembrano serie o preoccupate.

Quindi, oltre a stabilire un contatto visivo come abbiamo detto prima… sorridi e cerca di mantenere espressioni facciali rilassate e tranquille.

È giusto mostrare che si sta pensando alla risposta per il colloquio o che si sta decidendo cosa dire, ma non si deve dare costantemente l’impressione di essere tesi e di avere un momento di sconforto.

5. Rispondi con calma e lentamente

Dovrai poi rispondere alle domande del colloquio con sicurezza, il che significa non sbottonarsi, non parlare troppo velocemente e non essere precipitosi.

Le persone nervose tendono a parlare più velocemente, quindi quando ti rivolgi all’intervistatore sembrerai più sicuro di te stesso se riuscirai a mantenere un ritmo lento e calmo nelle tue risposte.

Le persone sicure di sé prendono tempo e non hanno paura di dire: “Questa è un’ottima domanda, mi faccia pensare un attimo…”.

È una buona idea prendersi uno o due secondi per pensare anche dopo ogni domanda dell’intervistatore. Fermati un attimo, assicurati di aver capito la domanda e pensa a quale tipo di risposta ti sembrerà migliore.

Una volta che si è data una risposta durante il colloquio, non si può più tornare indietro. Quindi non avere mai paura di fare una pausa.

Inoltre, non avere paura di chiedere all’intervistatore di chiarire la sua domanda se non sei sicuro. È molto meglio che rispondere in fretta e furia a una domanda che non si capisce bene.

6. Evita di divagare

Un errore da evitare se vuoi rispondere con sicurezza alle domande del colloquio: divagare o dare risposte prolisse.

Quando gli intervistatori fanno una domanda, vogliono una risposta chiara e diretta.

Ad esempio, se ti chiedono: “Che cosa puoi apportare all’azienda e alla posizione?”, dovresti indicare due o tre competenze principali. Concentrati sui tuoi principali punti di forza. Non nominare 10 competenze diverse.

Parlare troppo può mostrare una mancanza di fiducia e può costare l’offerta di lavoro in un colloquio.

Quindi, quando il datore di lavoro ti pone una domanda difficile o complicata, fai un respiro profondo e pensa a quali due o tre punti cruciali condividere.

Inoltre, evita di fornire troppi dettagli personali durante il colloquio. Mantieni la conversazione professionale, quando ti viene chiesto di parlare di punti di forza, debolezze, obiettivi e altro.

7. Fai pratica con il tono di voce

Quando rispondi alle domande dell’intervistatore, o quando ti eserciti a casa, nota se la tua voce si alza alla fine di ogni risposta, come se stessi facendo una domanda.

Questo può essere percepito come una mancanza di fiducia nelle tue risposte.

Assicurati invece che le risposte suonino come affermazioni sicure, non come domande.

Immagina che un amico ti chieda che ora è, e che tu dia un’occhiata al telefono e sappia l’ora esatta. Dai un esempio di risposta ad alta voce e nota il tuo tono di voce alla fine della frase. Sembra sicuro di sé, vero?

Questo è l’obiettivo da raggiungere.

Se riesci a fare questo cambiamento, l’intero colloquio andrà meglio.

8. Esercitati nella stretta di mano

Non c’è niente di peggio di una stretta di mano debole. Dimostra una mancanza di esperienza nei colloqui e di fiducia in se stessi. Può farti sembrare nervoso o privo di autostima.

Quindi, per prepararti al colloquio, esercitati a stringere la mano a qualche amico o familiare a casa. Non c’è pressione, quindi puoi prestare attenzione a ciò che stai facendo, ricevere un feedback dal vivo e assicurarti di essere pronto a stringere la mano a un intervistatore quando ti viene data l’opportunità.

Sapere di aver imparato questo piccolo pezzo del puzzle ti aiuterà a sentirti sicuro quando andrai a un colloquio faccia a faccia e saluterai l’intervistatore la prossima volta, dimostrandogli immediatamente che sei sicuro di te e non nervoso.

Esercitati finché la tua stretta di mano non sarà salda ma non troppo aggressiva/forte. È necessario trovare un buon equilibrio.

9. Intervista il datore di lavoro

Vuoi dimostrare sicurezza al colloquio? Fai finta di avere molte opportunità di lavoro e di essere esigente e selettivo riguardo alla tua prossima carriera. Ecco come i migliori cercatori di lavoro affrontano la loro ricerca di impiego.

Non stai cercando un lavoro qualsiasi o il primo che ti assumerà. Stai cercando il lavoro *giusto*.

Questo approccio è uno dei modi migliori per sembrare sicuri di sé durante il colloquio e rendersi più attraenti per i datori.

Per riuscirci, è necessario fare ottime domande durante il colloquio.

Tu intervisti loro mentre loro intervistano te.

Non essere mai presuntuoso o arrogante. Devi comunque venderti e fare colpo su di loro.

Ma tu stai semplicemente valutando ciò che la loro opportunità può offrirti allo stesso tempo, lasciando intendere che stai esaminando numerose opportunità per trovare quella più adatta a te.

Sembrerai sempre più sicuro di te se ti comporterai come se stessi valutando numerose opportunità piuttosto che parlare con un solo datore di lavoro.

Inoltre, sarai più attraente per il responsabile delle assunzioni se dimostrerai di essere concentrato sulla ricerca della giusta misura, non su un lavoro qualsiasi. In questo modo si fideranno di più delle tue risposte.

Non è necessario mentire per farlo. Se hai appena iniziato la tua ricerca di lavoro e ti chiedono se hai fatto altri colloqui o come vanno le cose, puoi rispondere:

“Ho iniziato da poco la mia ricerca di lavoro. Ho appena iniziato ad avere soprattutto colloqui telefonici. Sta andando bene, ma è ancora molto presto”.

Suona molto meglio di “Siete l’unica azienda che ho incontrato per un colloquio”.

10. Non dare l’impressione di essere disperato

Non fare il passo più lungo della gamba. Non fornire referenze durante il primo colloquio telefonico. Nessun candidato di alto livello farebbe una cosa del genere. Hai intenzione di lasciare che ogni azienda che fa un colloquio telefonico con te chiami le tue referenze? È troppo.

Comportati come se fossi richiesto e se qualcosa non ti sembra giusto… dillo!

Non sto dicendo che devi cercare lo scontro. Sii rispettoso e collabora con l’intervistatore.

Dovrebbe essere una conversazione professionale e civile.

Ma non piegarti ad ogni richiesta (purtroppo i datori di lavoro a volte fanno delle richieste piuttosto ridicole ed esigenti. E posso dirti che le migliori persone in cerca di lavoro, quelle più sicure di sé, dicono di “no” quando è necessario).

Di solito non si arriva a tanto e si tratta solo di piccole interazioni…

Se non puoi fare un colloquio in un determinato giorno, diglielo e proponi una nuova data.

Se ci sono dei requisiti o delle politiche che non ti convincono al 100% o che non ti sono chiari, chiediglieli. Non aver paura di parlare e di fare domande sul processo.

Non limitarti a dire “sì, va bene” a tutto ciò che ti dicono. Hai il controllo del processo tanto quanto loro, se riesci a farti guidare da questa mentalità! Tu sei uno solo e i lavori là fuori sono molteplici. Comportati di conseguenza.

11. Ascolta, non aspettare di parlare

Quando sei nervoso tendi a pianificare quello che dirai e perdi l’opportunità di legare con il responsabile delle assunzioni. Concentrati sull’ascolto.

Se fa una battuta, vuoi coglierla e ridere. Se sei troppo impegnato a pensare a cosa dire dopo, rischi di sbagliare e di sembrare impacciato e teso.

Quindi ascolta davvero, poi fermati e pensa a come rispondere LENTAMENTE (ne ho parlato prima. Se hai dato una scorsa all’articolo invece di leggerlo ti sei perso questo e molto altro).

Non stare lì a pianificare le risposte e ad aspettare il tuo turno per parlare.

12. Sappi cosa vuoi da un lavoro

Se ti chiedono “perché ti sei candidato per questa posizione?”… o “perché vuoi questo lavoro?”, devi avere una buona risposta. Non assumeranno qualcuno che non sembra preoccuparsi del tipo di lavoro che ottiene.

Le persone più sicure di sé sanno esattamente cosa vogliono e sanno spiegarlo in modo chiaro e veloce.

13. Prepararsi troppo per il colloquio

Più avrai fatto ricerche sull’azienda e sulla posizione, più apparirai (e ti sentirai) sicuro di te. È solo la natura umana.

Se non hai la minima idea di cosa stai parlando, come puoi sentirti sicuro nel rispondere alle domande?

Quindi, prima di ogni colloquio, dovresti consultare il sito web dell’azienda. Scopri cosa vendono e come guadagnano.

Guarda la loro storia e le informazioni di base.

Quando e perché è stata fondata l’azienda?

Quanto è grande?

Chi sono i concorrenti?

Gli intervistatori possono capire quasi subito se ti sei preso il tempo di fare ricerche sul lavoro. Ed è puro impegno. Non è richiesto alcun talento. Ogni candidato dovrebbe farlo nella sua ricerca di lavoro.

Ecco un articolo che ti aiuterà nella ricerca.

14. Esercitati a rispondere alle domande del colloquio a casa

Niente è comodo la prima volta che lo si fa. Quindi, esercitati su tutto quanto sopra prima di sederti di fronte all’intervistatore.

Esercitati con la stretta di mano, come già detto.

Esercitati a presentare te stesso e a rispondere alla domanda “Parlami di te”.

Esercitati a formulare le domande che vuoi porre all’azienda.

Esercitati su come concludere il colloquio. (Ecco 4 esempi di frasi conclusive per il colloquio.)

Più ti eserciterai, più ti sentirai sicuro nei momenti importanti.

15. Obiettivo: colloqui multipli in corso.

Più aziende intervistano, più aumenterà la tua fiducia in ogni colloquio.

Questo è dovuto all’esperienza che acquisirai con il tempo, ma anche alla minore pressione che sentirai con ogni singolo intervistatore e azienda grazie alle molteplici opzioni che hai a disposizione.

Se stai parlando con cinque datori di lavoro diversi, ogni singolo colloquio sarà meno stressante.

Sarai molto meno nervoso nel dare le risposte ai colloqui a uno qualsiasi di loro.

Questi sono i migliori consigli che posso darti su come condurre la tua ricerca di lavoro per essere sicuro di te e farti assumere più velocemente. Devi fare domanda a molte aziende, non limitarti a fare un solo colloquio e poi aspettare sperando che vada bene.

Se invece hai solo un’azienda interessata, ogni colloquio ti sembrerà uno scenario di vita o di morte, cercherai disperatamente di dimostrare che soddisfi le loro qualifiche e questo potrebbe ritorcersi contro di te.

Cercare di fare troppo colpo durante un colloquio può solo allontanare il responsabile delle assunzioni. (Ne parlo in modo più dettagliato qui sotto, quindi assicurati di leggere la sezione successiva.)

Il punto principale è che: organizza più colloqui e ti assicuro che sarà molto più facile rimanere rilassato e calmo e respingere i sentimenti di nervosismo.

Non c’è bisogno di fingere sicurezza in ogni momento

In generale, otterrai più offerte di lavoro se utilizzi i consigli di cui sopra per apparire sicuro di te. Ai datori di lavoro piace sentire risposte sicure alle domande del colloquio. A loro piace vedere un contatto visivo naturale e un contegno calmo e controllato.

Tuttavia, ai responsabili delle assunzioni piace anche vedere che sei umano durante un colloquio di lavoro. È un errore comportarsi come se si conoscesse la risposta a tutto, se non la si conosce.

Dopo anni di reclutamento professionale, posso dirti che è possibile sostenere un colloquio di successo e dire comunque una o due volte “non sono sicuro”.

Puoi anche dire cose come:

“Questo ha risposto alla sua domanda, o vuole che condivida altri dettagli?”

“Mi lasci pensare un attimo. È una bella domanda e voglio essere sicuro di darle una buona risposta”.

A volte, un candidato si sforza così tanto di sembrare impeccabile durante un colloquio di lavoro da allontanare il selezionatore o il responsabile delle assunzioni. Non riusciamo a farci un’idea precisa del livello di conoscenza o di fiducia di questa persona durante il colloquio, e questo può costarle un’offerta di lavoro.

L’ho visto accadere in prima persona durante un colloquio.

Utilizza quindi i consigli di cui sopra per essere sicuro di te e dimostrare ai datori di lavoro che sei in grado di affrontare le sfide del loro ruolo, ma cerca di capire anche quali sono gli aspetti negativi del fingere sicurezza in un colloquio.

Devi sempre cercare di sembrare umano e ammettere i tuoi difetti o le tue lacune se davvero non sai qualcosa.

La maggior parte dei responsabili delle assunzioni capirà subito se stai fingendo di conoscere un argomento durante il colloquio. Fingere sicurezza è una cosa, ma non fingere conoscenza.

Conclusione: come essere sicuri di sé in un colloquio

Per mostrare sicurezza durante il colloquio è necessario un mix di linguaggio del corpo forte, ricerche e conoscenze preliminari al colloquio ed esercizio di varie parti dello stesso (stretta di mano, domande che farai, come concludere la conversazione, ecc.)

Utilizza i passi precedenti e sembrerai più sicuro di te e otterrai più offerte di lavoro.

Inizierai a sentirti più sicuro di te stesso se utilizzerai questi passaggi nei tuoi colloqui. Sarai più rilassato e sarai in grado di dare risposte migliori.

Ulteriori letture: suggerimenti sul linguaggio del corpo per i colloqui.

 


Biron Clark

Sull'autore

Leggi altri articoli di: Biron Clark


Generatore di curriculum 100% gratuito

Non è richiesta alcuna iscrizione o pagamento.