Come lasciare un lavoro non ancora iniziato (o che si è appena iniziato)

By Biron Clark

Published:

Suggerimenti vari

Biron Clark

Biron Clark

Writer & Career Coach

A volte si accetta un’offerta di lavoro e poi ci si rende conto che non è quella giusta o si riceve un’offerta migliore… prima di iniziare il lavoro o subito dopo.

Non preoccuparti, ti aiuterò a lasciare il tuo nuovo lavoro senza problemi:

  • Come lasciare un lavoro prima di iniziarlo
  • Come lasciare un lavoro dopo averlo iniziato
  • Esempi di e-mail e lettere di dimissioni
  • Errori da evitare per non tagliare i ponti con l’azienda

Come lasciare un lavoro prima di iniziarlo

Il modo migliore per lasciare un lavoro prima di iniziarlo è chiamare il responsabile delle assunzioni non appena si è certi della propria decisione, spiegare la situazione, scusarsi ed essere diretti nella comunicazione, in modo che possano andare avanti e trovare un nuovo candidato per il lavoro.

Se non puoi chiamare, invia un’e-mail. Fare una telefonata al responsabile delle assunzioni, però, è la soluzione migliore se si lascia un lavoro che non si è ancora iniziato, perché è più personale.

In entrambi i casi, dovresti comunicare direttamente con il responsabile delle assunzioni e non con le risorse umane, ammesso che il responsabile delle assunzioni sia la persona che ti ha presentato inizialmente l’offerta.

I responsabili delle assunzioni non saranno felici, ma capiranno

Anche se può essere stressante lasciare un lavoro prima di iniziarlo, è bene sapere che è una situazione migliore del lasciare un lavoro dopo averlo iniziato.

Se avessi già iniziato il lavoro, significa che il datore avrebbe investito tempo e sforzi per le pratiche burocratiche delle risorse umane, la formazione, l’allestimento della scrivania o dell’area di lavoro, ecc. In un certo senso, quindi, abbandonando il lavoro prima di averlo iniziato risparmi al responsabile delle assunzioni tempo e problemi.

Non saranno felici di sentire la notizia, ma probabilmente la capiranno e apprezzeranno il fatto che tu sia stato sincero nel dirglielo.

Il punto è che questo: anche se non è una buona notizia da dare, non ti conviene peggiorare il problema aspettando, non essendo chiaro, ecc. Quindi sii chiaro e informa il reclutatore non appena sei convinto.

Non sarà probabilmente la prima volta che un candidato accetta un ruolo e poi decide di accettare un altro lavoro o di prendere una direzione diversa. Finché sarai sincero e diretto con l’azienda e ti scuserai per la situazione, andrà tutto bene.

Non avere paura di lasciare un lavoro prima di averlo iniziato. Alla fine devi pensare a te stesso e alla tua carriera, perché nessuno si preoccuperà di questo quanto te.

Non devi però prendere una decisione affrettata. Informa il responsabile delle assunzioni solo quando sei completamente sicuro, perché lasciare un lavoro prima di iniziarlo è in genere permanente e irreversibile.

Lasciare un lavoro non ancora iniziato: lettere di dimissioni via e-mail

Di seguito troverai un esempio di lettera di dimissioni per lasciare un lavoro non ancora iniziato:

Spettabile …,

Ho valutato le mie opzioni di carriera e ho capito che devo prendere una direzione diversa nella mia ricerca di impiego e non potrò avviare la posizione <titolo lavorativo> come previsto. Mi scuso per il cambiamento e gli inconvenienti causati, ma devo fare ciò che ritengo sia meglio per la mia carriera. Spero che lei capisca e mi scuso ancora per non averlo compreso prima. Spero che riesca a occupare la posizione con un’ottima persona.

Cordiali saluti,
Il tuo nome

Esempio di lettera di dimissioni n. 2 per un lavoro non ancora iniziato:

Spettabile …,

Non potrò accettare la posizione di <titolo lavorativo>. La prego di scusarmi, ma ho deciso di seguire una direzione diversa nella mia ricerca di lavoro e di accettare un’opportunità più in linea con i miei obiettivi di carriera a lungo termine. Mi scuso per il cambiamento e per gli eventuali disagi causati.

Cordiali saluti,
Il tuo nome

Puoi essere specifico o vago quanto vuoi nel comunicare al datore il motivo per cui hai cambiato idea e abbandonato il lavoro prima di iniziare.

Consiglio però di dire il più possibile la verità. Non dire che stai prendendo un’altra direzione di carriera se, per esempio, stai per accettare una posizione presso uno dei concorrenti più prossimi all’azienda.

In questo caso, consiglierei di dire qualcosa che suggerisca che hai ricevuto un’offerta migliore, una posizione di alto livello, ecc.

Dire la verità non significa però essere obbligati a condividere ogni minimo dettaglio quando si lascia un lavoro. Usa un po’ di strategia e scegli cosa condividere, ma non mentire.

Puoi anche solo dire, per esempio, che hai deciso di perseguire un’altra opportunità o di prendere una direzione diversa nella tua ricerca di lavoro/carriera. È un’affermazione vaga, ma spesso onesta.

Ora che abbiamo parlato di come dimettersi da una posizione prima di iniziare, parliamo dei passaggi da seguire se hai già iniziato il ruolo…

Il modo migliore per lasciare un lavoro appena iniziato

Se hai iniziato un nuovo lavoro da pochi giorni (o anche da settimane/mesi) puoi comunque dimetterti chiedendo un incontro con il manager e consegnandogli una lettera di dimissioni scritta. Se lavori da remoto e non puoi incontrare il manager di persona, chiedi un incontro telefonico o video, informalo della tua decisione e poi fai seguire il tutto con una lettera di dimissioni via e-mail.

Anche se è stressante lasciare un lavoro appena iniziato, lo devi a te stesso se è la mossa giusta per la tua carriera.

Io stesso l’ho fatto all’inizio della mia carriera. Avevo accettato un lavoro subito dopo aver conseguito la laurea in Finanza e poi, alla seconda settimana di lavoro, ho ricevuto un’altra offerta da un datore che si occupava di un settore più affine a quello che avevo studiato all’università.

Ho parlato con il mio manager e gli ho detto che avrei voluto dare un preavviso di due settimane; anche se non era contento della decisione, ha capito e ha apprezzato la mia comunicazione anticipata.

Come già detto, i datori di lavoro non saranno contenti della notizia che ti stai dimettendo subito dopo aver iniziato un lavoro (o prima di iniziare). Ma puoi migliorare di molto la situazione rimanendo chiaro, diretto e scusandoti.

Ecco cosa ho detto, all’incirca (dopo aver chiesto di parlare con il mio manager in privato):

Odio farlo, ma ho ricevuto un’offerta di lavoro per una posizione che è più strettamente legata a ciò che ho studiato all’università. Credo che sia la mossa giusta per la mia carriera e non riuscirei a perdonarmi se non cogliessi questa opportunità. Vorrei inviare oggi il mio preavviso di due settimane. Mi dispiace per l’inconveniente e riconosco che questo non è l’ideale per l’azienda.

Fornisci un preavviso di due settimane quando ti dimetti da un lavoro appena iniziato

Quando lasci il lavoro dopo averlo appena iniziato, il datore apprezzerà molto se puoi dare un preavviso di due settimane, perché la maggior parte dei datori lo considera standard.

Il tuo capo potrebbe non farti lavorare per quelle due settimane, soprattutto se sei ancora in formazione, ma è un gesto carino e dovresti sempre offrire un periodo di preavviso di due settimane quando lasci il lavoro dopo averlo iniziato.

Errori da evitare quando si lascia un lavoro appena iniziato

Quando lasci un lavoro iniziato da pochi giorni o settimane, ci sono un paio di errori fondamentali da evitare.

Per prima cosa, non informare mai i colleghi prima di aver informato il tuo responsabile diretto. Questo è un buon consiglio per come lasciare il lavoro in generale: i pettegolezzi viaggiano velocemente all’interno di un’azienda e dovresti sempre informare per prima cosa il tuo responsabile, ancora prima dei colleghi amici.

Altrimenti, rischi che scoprano che stai lasciando il lavoro tramite qualcun altro prima che tu abbia dato il preavviso di due settimane, e questo non li renderà felici.

Il prossimo errore da evitare è quello di affrontare la conversazione impreparati e senza un piano. È un errore che può portare a dire qualcosa di cui ci si pente. Quando ti rechi dal capo per rassegnare le dimissioni, quindi, dovresti aver pensato a quanto segue:

  • Quante informazioni condividerai sul nuovo lavoro, se ne hai?
  • Qual è il motivo principale che fornirai per voler lasciare il lavoro?
  • Fornirai un preavviso di due settimane al momento delle dimissioni?
  • Come reagirai se il tuo manager vuole fare una controfferta?

L’ultimo errore da evitare quando si lascia un lavoro appena iniziato è quello di non riflettere a fondo sulla decisione prima di licenziarsi.

Quando si lascia un lavoro subito dopo averlo intrapreso, è molto improbabile che si venga ripresi nel caso si cambiasse idea. Per questo motivo, devi assicurarti che la nuova opportunità che stai per cogliere sia adatta a te e che soddisfi anche le tue esigenze finanziarie.

Ciò significa che è necessario documentarsi a fondo sul contratto di lavoro o sull’offerta di lavoro della nuova azienda, assicurandosi di comprendere la retribuzione e i benefici, ecc.

Il punto è che questo: non potrai cambiare idea dopo aver lasciato un lavoro che hai appena iniziato o che non hai ancora iniziato, e non potrai sistemare del tutto la tua reputazione con questo datore di lavoro anche se sei estremamente gentile e ti scusi. Prima di decidere, quindi, assicurati che sia la mossa giusta a lungo termine.

Conclusioni sul modo giusto per lasciare il nuovo lavoro

Ora sai come lasciare un lavoro prima di iniziarlo o subito dopo averlo iniziato. Ricorda che può capitare, anche se non è una cosa frequente. Se hai ricevuto un’offerta migliore o un’opportunità di carriera che non puoi rifiutare, allora devi perseguire quell’opportunità.

Sii tempestivo, diretto e umile nel presentare le dimissioni: il datore di lavoro capirà, anche se non sarà entusiasta della notizia. Questo è il modo migliore per lasciare un nuovo lavoro con una nota positiva.


Biron Clark

Sull'autore

Leggi altri articoli di: Biron Clark


Generatore di curriculum 100% gratuito

Non è richiesta alcuna iscrizione o pagamento.