17 domande e risposte sul lavoro di squadra

By Biron Clark

Published:

Domande e risposte ai colloqui di lavoro

Biron Clark

Biron Clark

Writer & Career Coach

In questo articolo esamineremo 17 delle più comuni domande di colloquio sul lavoro di squadra (comprese le domande comportamentali su questo tipo di lavoro).

Se sei in cerca di lavoro per un ruolo di squadra, preparati a rispondere alle domande che seguono per aumentare le tue probabilità di essere assunto.

Domande di colloquio comportamentali sul lavoro di squadra

Molte delle domande di colloquio sul lavoro di squadra saranno di tipo comportamentale. Si tratta di domande per i colloqui di lavoro che iniziano con una frase del tipo: “Parlami di un momento in cui…”.

I datori di lavoro vogliono vedere che hai una comprovata esperienza nell’utilizzo delle capacità di lavoro di squadra per ottenere buoni risultati e superare le sfide.

Anche se non hai avuto esperienze lavorative precedenti, cercheranno prove di un lavoro di squadra efficace nel tuo lavoro accademico e nei progetti di gruppo.

Quelle che seguono sono domande comportamentali comuni per i colloqui di lavoro di squadra:

1. Raccontami di una volta in cui hai dovuto lavorare con qualcuno la cui personalità era molto diversa dalla tua.

In qualsiasi gruppo di lavoratori si trova un mix di personalità. E devi lavorare bene con tutti questi membri del team.

Per questo motivo i responsabili delle assunzioni vogliono assicurarsi che tu possa integrarti nella cultura del team e nel mix di persone esistenti per portare a termine con successo ogni progetto di squadra.

Per rispondere a questa domanda di colloquio sul lavoro di squadra, parla delle abilità di lavoro di squadra, come ad esempio:

  • Pazienza
  • Comunicazione
  • Ascolto attivo
  • Mantenere la calma e la lucidità

Se sei entrato in un ambiente di squadra eterogeneo con personalità molto diverse dalla tua e hai avuto successo in passato, considera di condividere una breve storia o un esempio.

Qualsiasi storia che evidenzi la tua capacità di integrarti nella cultura di un team esistente migliorerà le tue probabilità di ottenere il lavoro.

Il punto è questo:

Un responsabile delle assunzioni non assumerà MAI una persona che sembra destinata a disturbare o mettere in pericolo il team esistente.

L’ingresso di una nuova persona nel gruppo non è mai più importante del mantenimento di ciò che già esiste e funziona!

Mentre ti prepari a rispondere a questa domanda, quindi, ricorda che il team leader/responsabile delle assunzioni ha già un team di successo e non lo metterà a rischio per una nuova assunzione.

Devi sembrare flessibile, umile e facile da gestire. Dimostra che interverrai e aggiungerai qualcosa a ciò che è già in atto, senza cercare di imporre la tua presenza in ogni progetto e interazione del team.

Esempio di risposta per i candidati entry-level:

Nel mio ultimo semestre di università avevamo un progetto di gruppo. Due persone del mio gruppo erano entrambe molto rumorose e aggressive, mentre io tendo a essere più riservato. Già nella prima settimana ho capito che se volevo che il mio contributo fosse ascoltato e se volevo avere un impatto su questo progetto finale per la classe, avrei dovuto cambiare il mio approccio.

Sono diventato più esplicito nelle discussioni di gruppo e in un paio di casi ho chiesto agli altri due membri del team di rallentare perché ritenevo che stessimo facendo la scelta sbagliata.

Il mio approccio ha avuto successo e gli altri membri del team hanno iniziato ad ascoltare i miei suggerimenti e a discutere con me le loro idee prima di agire. Il progetto ha finito per incorporare un equilibrio di tutte e tre le nostre idee, e abbiamo ricevuto una A come voto. È stata un’esperienza di squadra gratificante che mi ha insegnato a far valere le mie ragioni, ma anche a essere educato e comprensivo nei confronti degli altri.

Esempio di risposta per i candidati con esperienza:

Nel mio precedente lavoro mi è stato chiesto di formare tre nuovi sviluppatori del software che avevamo assunto dopo l’università per aiutarci a costruire la nostra nuova applicazione mobile.

Ho capito subito che erano molto timidi e silenziosi. Ho avuto la sensazione che non avrebbero fatto domande se non avessero capito qualcosa, così ho adattato il mio stile di formazione e ho fatto loro più domande per assicurarmi che stessero seguendo il processo.

Credo che l’abbiano apprezzato e che pian piano si siano sentiti più a loro agio nel porre domande. Il progetto si è rivelato un successo. Abbiamo lanciato l’app in tempo e abbiamo raggiunto il nostro obiettivo di download e clienti paganti nei primi 6 mesi.

2. Raccontami di un conflitto che hai affrontato al lavoro e di come lo hai gestito.

Nel rispondere a questa domanda sul lavoro di squadra, devi dimostrare al datore di lavoro che sei in grado di mantenere la calma e la professionalità anche quando si verifica una discussione o una disputa.

I disaccordi si verificheranno prima o poi e tu dovrai dimostrare che metterai il successo della squadra al di sopra di tutto.

Il datore di lavoro vuole sapere che sarai in grado di rimanere lucido, di mettere da parte il tuo ego e di comunicare per conoscere il punto di vista di tutti prima di reagire troppo frettolosamente.

Vuole vedere che non prenderai sul personale un disaccordo sul lavoro, non reagisci in modo eccessivo, non serbi rancore e non danneggi l’ambiente del team, ecc.

Esempio di risposta:

Nel mio precedente lavoro di assistente amministrativo, svolgevo mansioni per due diversi dirigenti. Mi sono trovato in una situazione in cui entrambi i manager richiedevano molto del mio tempo e delle mie risorse e sono stato costretto a dire “no” ad alcuni dei loro compiti, altrimenti sarei rimasto molto indietro con i compiti di maggiore priorità.

All’inizio, uno dei miei responsabili era visibilmente turbato. Mi sono subito reso conto di non aver spiegato bene la situazione. Ho chiesto subito un incontro individuale e ho spiegato al responsabile perché non avevo tanto tempo a disposizione come pensava. Ha capito subito e sono riuscito a evitare un conflitto più grande.

È emerso che nessuno dei due manager si era reso conto di quanto fossi impegnato. Alla fine hanno parlato tra loro e hanno elaborato un piano che avrebbe alleggerito il mio carico di lavoro, in modo che potessi continuare a svolgere i compiti più importanti per entrambi.

3. Fammi un esempio di come hai lavorato in team. Che ruolo hai avuto?

Potresti dover rispondere a domande di colloquio sul lavoro di squadra in merito a quali ruoli hai ricoperto in gruppi precedenti. Quali compiti ti sono stati affidati e di cosa eri responsabile?

Per prepararti, pensa a un recente lavoro di squadra che hai svolto e preparati a comunicare in modo efficace il lavoro che hai svolto, quello che il team ha fatto nel complesso e i risultati positivi che ha ottenuto.

Pensa anche ai progetti più rilevanti per le esigenze del datore di lavoro. È sempre meglio fornire un esempio che dimostri che hai competenze che si trasferiranno bene nel ruolo che desideri.

Esempio di risposta:

Nel mio ultimo lavoro, dovevo interagire spesso con molti settori diversi dell’azienda, come finanza, contabilità, vendite, servizio clienti e altro. Ho anche lavorato a progetti con altri cinque colleghi del mio gruppo.

In questi casi, ho svolto il ruolo di specialista perché sono l’unico membro del team che ha familiarità con i contratti governativi. Così ho fornito una visione esperta in quel settore, mentre loro si sono occupati delle altre aree.

In base a quanto ho capito, leggendo la descrizione del lavoro per questa posizione avete attualmente bisogno nel vostro gruppo dello stesso set di competenze. È corretto? E potreste dirmi come interagirei con il resto del gruppo?

4. Raccontami di una volta in cui avresti voluto gestire diversamente una situazione con un collega.

Quando rispondi a questa domanda, prova a pensare a un momento in cui hai avuto una controversia e a come avresti potuto comunicare in modo più efficace per evitare il problema.

Ammettilo e non cercare scuse, ma assicurati che l’intervistatore capisca che hai imparato dall’esperienza negativa e che l’hai usata per migliorare le tue capacità di comunicazione e di lavoro di squadra.

Esempio di risposta:

Nel mio primo lavoro, un collega mi ha detto di fare qualcosa che non era quello che il mio manager aveva detto di fare. Ho consultato il responsabile e ho chiesto consiglio. Il mio manager ne ha discusso con il collega e ha chiarito tutto, ma credo che questo abbia danneggiato il mio rapporto con quel collega, che era una persona con cui avrei lavorato a stretto contatto.

Ho imparato a cercare di risolvere un piccolo problema di comunicazione o un conflitto direttamente con la persona coinvolta, quando possibile. Se avessi semplicemente spiegato le istruzioni che mi erano state date e avessi chiesto a questo collega come pensava che dovessi procedere, avremmo potuto risolvere direttamente questo piccolo problema.

5. Raccontami di una volta in cui hai avuto bisogno di ottenere informazioni da qualcuno che non era molto collaborativo. Che cosa hai fatto?

Anche se non gestisci direttamente nessuno, è importante dimostrare di saper guidare un progetto o gestire un compito. Quando un intervistatore pone questa domanda, cerca la prova che sei in grado di superare i problemi e di essere persistente, pur rimanendo professionale.

Esempio di risposta:

Nella mia ultima posizione stavo gestendo un progetto che prevedeva l’ottenimento di alcuni report dal team di fatturazione dei clienti. Purtroppo la persona con cui comunicavo di solito era in vacanza, quindi ho inviato un’e-mail alla responsabile del suo team. Mi ha risposto che non c’era nessuno disponibile per completare l’incarico e che avrei dovuto aspettare la settimana successiva.

Invece di rispondere e di far degenerare la situazione, sono andato nel suo ufficio e ho chiesto con calma se potevamo parlare. Lei ha detto che andava bene. Avevo la sensazione che se avessi spiegato perché avevo bisogno di queste informazioni, avrebbe cambiato la sua risposta. Le ho spiegato come veniva utilizzato quel rapporto e quali erano i diversi dipartimenti che vi facevano affidamento.

Il mio istinto era giusto. Aveva frainteso lo scopo del rapporto e pensava che le stessi chiedendo qualcosa di insolito o non necessario. Mi ha detto che l’avrebbe fatto lei stessa dopo pranzo. Il problema è stato risolto e non ho dovuto coinvolgere nessun manager del mio gruppo.

6. Raccontami di una volta in cui hai esercitato la leadership.

Quando rispondi a domande in merito a momenti in cui sei stato un leader, cerca di scegliere un esempio il più recente possibile e il più rilevante possibile per il lavoro.

Studia la descrizione del lavoro in modo da poter dare una risposta che dimostri che sarai in grado di inserirti in questo preciso ambiente e di aiutare il team ad avere successo.

Questa è la chiave per dare ottime risposte in qualsiasi colloquio di lavoro, perché i responsabili delle assunzioni pensano soprattutto: “Questa persona ha le capacità per entrare in questa precisa posizione e per ottenere buoni risultati?”.

Quindi, nella tua risposta, puoi dimostrare di essere un giocatore di squadra e di avere anche le capacità di svolgere bene il lavoro.

Esempio di risposta per candidati entry-level:

Nello stage in risorse umane che ho appena concluso, ho guidato la revisione dei nostri manuali di formazione e delle procedure di formazione per i nuovi assunti nel reparto vendite. È stato un progetto complicato, perché dovevo ottenere l’input e l’approvazione di diversi responsabili delle vendite e delle risorse umane. Come stagista non ero un leader diretto di nessuno, ma ho usato le mie capacità comunicative per assumere il controllo del progetto e completarlo prima della fine del mio stage. L’azienda ne è rimasta entusiasta e attualmente utilizza ciò che ho creato.

Esempio di risposta per candidati con esperienza:

Nel mio precedente ruolo di account manager, mi sono accorto di un problema: un paio di membri del nostro team non arrivavano alle riunioni preparati e facevano perdere molto tempo all’intero gruppo. Non era mio compito guidare o gestire la riunione, ma ritenevo che il loro comportamento avesse un impatto negativo sul resto di noi. Sapevo che anche altri account manager la pensavano come me, così ho deciso di prendere l’iniziativa e di parlare del problema con la nostra responsabile di reparto.

Si è subito preoccupata e mi ha affidato il compito di guidare le riunioni e di stabilire un ordine di incontri più chiaro, con parti specifiche di cui ogni persona era responsabile.

Ho portato avanti il progetto e si è rivelato un grande successo. Nei due mesi successivi, siamo passati da due ore di riunione a settimana a un’ora a settimana, diventando più produttivi.

7. Raccontami di una volta in cui hai lavorato con un collega che non ha portato a termine la sua parte di lavoro. A chi hai parlato o con chi ne hai parlato, se c’è qualcuno?

Questa domanda riguarda una situazione difficile sul posto di lavoro che si presenta quando si lavora in gruppo.

A volte un membro del team non fa il suo dovere o non gestisce il suo carico di lavoro.

Questo può danneggiare le prestazioni e il morale del team anche nell’ambiente più saldo e i responsabili delle assunzioni vogliono assumere persone che sappiano gestire bene questa situazione.

Non esiste una risposta “giusta” a domande di colloquio di lavoro come questa.

Dovrai però dimostrare di essere rimasto lucido e calmo, ma anche di aver affrontato la situazione di petto e di non aver permesso che si aggravasse.

Esempio di risposta:

Nel mio ultimo lavoro, il mio manager ha incontrato me e l’altro social media manager e ci ha chiesto di proporre un paio di nuove strategie per aiutare le nostre attività di vendita e marketing. Abbiamo lasciato la riunione e il mio collega mi ha detto di andare avanti e di elaborare le strategie da solo. Poi le rivedeva e dava il suo contributo.

Non mi sentivo a mio agio, visto che avremmo dovuto lavorare fianco a fianco, così sono tornato indietro e ho chiesto alla mia manager di chiarire cosa avesse in mente per il progetto. Mi ha spiegato che sperava che ci saremmo seduti insieme per fare brainstorming di idee e lavorare in squadra. Così sono tornato dal mio collega e gli ho detto che secondo me dovevamo sederci insieme e concordare un piano fin dall’inizio. Da quel momento in poi, il progetto è andato avanti senza intoppi ed entrambi abbiamo svolto la nostra quota di lavoro in ogni fase.

8. Descrivi una situazione in cui hai dovuto raggiungere un compromesso o guidare gli altri verso un compromesso.

Quando il responsabile delle assunzioni ti farà questa domanda, cerca di dimostrare che sei disposto a rinunciare a qualche tua esigenza per mettere al primo posto l’organizzazione.

Prova a condividere un esempio di un membro del team con cui sei sceso a compromessi per il bene dell’azienda.

Una forte capacità di lavorare in squadra spesso implica mettere gli altri davanti a se stessi.

È una caratteristica molto importante da mostrare.

Se riesci a dimostrare che hai sfruttato al meglio la situazione e l’hai trasformata in positivo, è l’ideale (come nel primo esempio di risposta qui sotto).

Oppure, se hai gestito delle persone e stai facendo un colloquio per un’altra posizione di leadership, parla di come hai facilitato un compromesso all’interno del tuo team e hai aiutato gli altri membri del team a raggiungere un compromesso (vedi il secondo esempio di risposta qui sotto).

Esempio di risposta per i non manager:

Di recente mi sono trovato in una situazione in cui un progetto era stato promesso a me e a uno dei miei colleghi. È successo per un errore di comunicazione. Purtroppo si trattava di un progetto che richiedeva l’attenzione di una sola persona e che entrambi aspettavamo con impazienza perché si trattava di un progetto molto importante e di grande visibilità per l’azienda.

Ho parlato con la mia responsabile. Mi ha detto che aveva commesso un errore e che purtroppo non sarei stato io a lavorare al progetto.

Sono stato onesto con lei e le ho detto che non vedevo l’ora di avere questa responsabilità in più. Lei ha capito e abbiamo parlato nel dettaglio di alcuni altri modi in cui avrei potuto avere un impatto maggiore nel gruppo e farmi notare dai dirigenti. Abbiamo attuato i cambiamenti la settimana successiva e le mie nuove responsabilità mi hanno portato a ottenere un aumento nel corso dell’anno. Si è quindi rivelato un ottimo compromesso che mi ha permesso di avanzare nell’azienda e di apprendere nuove competenze, anche se non ho ottenuto il progetto.

Esempio di risposta per i manager:

In qualità di responsabile delle vendite, mi sono imbattuto in numerose situazioni in cui più di un collaboratore stava inseguendo un nuovo cliente senza rendersene conto. Non è l’ideale, ma succede nella nostra azienda. Quando questo accade nel mio team, sono responsabile della decisione su come la commissione sarà pagata ai due rappresentanti di vendita. Cerco di farlo nel modo più equo possibile e di creare un compromesso che accontenti tutti. Parlo con entrambi i venditori per comprendere appieno la situazione e dico loro in anticipo come è probabile che le cose si svolgeranno per evitare sorprese quando vedranno la loro busta paga. Stiamo aggiornando il nostro software di tracciamento, quindi presto questo non sarà più un problema, ma è un’area in cui ho dovuto fare molti compromessi, il che è stata una buona esperienza di apprendimento.

***

Per qualsiasi domanda di un colloquio comportamentale che dovrai affrontare, ti consiglio di rispondere utilizzando il metodo STAR, che è l’abbreviazione di:

  1. Situation
  2. Task
  3. Action
  4. Result (situazione, compito, azione, risultato)

Fornisci la tua risposta in questi quattro passaggi e sarai in grado di descrivere qualsiasi situazione o sfida di squadra in modo chiaro e conciso. The Muse ha un articolo dettagliato con maggiori informazioni su questo metodo, se vuoi ulteriore aiuto.

Altre domande e risposte comuni sul lavoro di squadra

9. Come gestisci i conflitti?

I responsabili delle assunzioni vogliono essere certi di assumere una persona che vada d’accordo con gli altri membri del team, anche in caso di conflitti o disaccordi.

Una parte della capacità di lavorare in squadra consiste nel saper ascoltare gli altri punti di vista e gestire i disaccordi con calma.

Quindi, quando il datore di lavoro ti chiederà: “Come gestisci i conflitti?”, cerca di dimostrare di mantenere la calma, di ascoltare e di capire l’altra persona. Spiega come lavori per trovare soluzioni logiche e innovative.

Parla di come comunichi in modo chiaro e dimostra di tenere in considerazione gli interessi dell’azienda.

Non comportarti come se non avessi mai avuto un conflitto prima. I disaccordi fanno parte della vita professionale. Tuttavia, devi dimostrare di aver messo da parte il tuo ego, di aver cercato di capire veramente l’altro membro del team e di aver trovato una soluzione che fosse la migliore per il team e l’azienda.

Puoi leggere alcuni esempi di risposte alla domanda “Come gestisci i conflitti?” qui.

10. Come costruisci le relazioni?

In seguito, il datore di lavoro vorrà vedere che sarai un membro del team in grado di costruire relazioni con i tuoi colleghi nel corso del tempo.

Preparati a parlare del tuo approccio nel creare un legame con un nuovo team, nella creazione di un rapporto con ogni nuovo membro del team e nell’inserimento nelle dinamiche di squadra esistenti.

Ecco come dimostrare ai responsabili delle assunzioni che sarai in grado di inserirti al meglio nell’ambiente del loro team.

Prendi in considerazione la possibilità di condividere un esempio e di parlare di come hai costruito relazioni con ex membri del team in ruoli passati.

E se il ruolo per cui stai facendo il colloquio prevede aspetti di leadership, assicurati di parlare di come costruisci le relazioni con i tuoi sottoposti. È fondamentale mostrare le proprie qualità di guida quando si fa un colloquio per una posizione di leadership.

Leggi gli esempi completi di risposte alla domanda “Come costruisci le relazioni?” qui.

11. Come fai a motivare gli altri?

I datori di lavoro amano assumere membri del team che abbiano un atteggiamento positivo e che contribuiscano alle dinamiche di squadra, alla motivazione, ai livelli di energia, ecc.

Un team eterogeneo non ha bisogno che ogni membro del team sia estroverso, ad alta energia e così via, quindi non devi essere disonesto o fingere di essere molto energico ed estroverso se non lo sei.

Tuttavia, dovresti comunque dimostrare di essere ottimista, motivato ed entusiasta del lavoro che svolgi in generale.

Se sembra che non ti interessi molto la tua carriera o questo tipo di lavoro, o se non riesci a rispondere a domande come “Perché ti stai candidando a questa posizione?” o “Perché hai scelto questo lavoro?”, allora farai scattare un campanello di allarme nella mente dei responsabili delle assunzioni.

Quindi, quando parli di come motivi gli altri, parla di venire al lavoro con un ottimo atteggiamento, di cercare di migliorare ogni giorno/settimana, di comunicare bene e di condividere un obiettivo comune con il tuo team, di dare il buon esempio o di qualsiasi altro strumento/strategia che utilizzi per sollevare il morale dei membri del team intorno a te.

Un responsabile delle assunzioni sarà molto più entusiasta di assumerti come nuovo membro del team se dimostri anche che aumenterai le prestazioni di chi ti circonda.

Il modo esatto in cui motivare gli altri dipenderà dal tuo ruolo. Ad esempio, un venditore motiverà il proprio team in modo diverso da un UX designer o da un ingegnere del software.

Leggi alcuni esempi di risposte a “Come fai a motivare gli altri?” qui.

Altre domande di colloquio sul lavoro di squadra per esercitarsi:

Rispondere alle domande di colloquio sul lavoro di squadra: conclusione

Ogni datore di lavoro e ogni team avranno dinamiche di gruppo diverse, ma tutti vogliono vedere la prova di una buona capacità di lavorare in gruppo durante il colloquio di lavoro.

Non mostrare il giusto approccio di squadra quando rispondi alle domande di colloquio sul lavoro di squadra può costarti il lavoro… anche se sei altrimenti qualificato per il ruolo.

Dimostra al responsabile delle assunzioni che sei un giocatore di squadra che sa comunicare, mantenere la calma e fare gli interessi dell’azienda.

Fornisci esempi pertinenti e cita le esperienze passate quando puoi.

Parla in modo positivo del lavoro di squadra e consulta sempre la descrizione del lavoro prima del colloquio, in modo da poter dare risposte che dimostrino che sarai in grado di portare a termine con successo i compiti assegnati in questo ruolo specifico.

Se riesci a dimostrare che sarai un elemento positivo per l’ambiente di lavoro esistente, riceverai molte più offerte di lavoro.

 


Biron Clark

Sull'autore

Leggi altri articoli di: Biron Clark


Generatore di curriculum 100% gratuito

Non è richiesta alcuna iscrizione o pagamento.