11 modi intelligenti per rispondere alle domande dei colloqui

By Biron Clark

Published:

Preparazione al colloquio

Biron Clark

Biron Clark

Writer & Career Coach

 

Se vuoi farti notare e ottenere offerte di lavoro durante i tuoi colloqui, questo articolo ti aiuterà.

Vediamo 11 modi collaudati per rispondere efficacemente alle domande dei colloqui.

Cominciamo…

11 modi efficaci per rispondere alle domande dei colloqui

1. Sappi quando raccontare una storia e quando non farlo

Lo storytelling è una grande abilità per essere più memorabile e persuasivo, ma devi sapere quando usarlo…

Non raccontare una storia per una domanda sì/no. Questo farà impazzire l’intervistatore.

Tuttavia, per le domande che aprono la porta a una risposta più lunga come quelle comportamentali (“Parlami di una volta che ___?”), lo storytelling è un’abilità potente.

Esempio:

Supponiamo che ti facciano una domanda del tipo: “Parlami della tua esperienza nel servire i clienti in un ambiente frenetico”.

Potresti semplicemente dire: “Ho lavorato molto con i clienti e la mia ultima azienda aveva un ritmo molto veloce”, ma non sarà molto memorabile.

Sarai molto più memorabile se dipingerai un’immagine attraverso la narrazione.

Potresti dire: “Nel mio ultimo lavoro, interagivo con una media di 50 clienti al giorno. Eccello davvero in un ambiente frenetico come questo. Infatti, ogni anno la nostra azienda assegna un premio alla persona migliore nel servizio clienti e l’anno scorso ho vinto per aver ottenuto il punteggio più alto di soddisfazione della clientela”.

2. Condividi fatti e dati specifici per rendere le tue risposte più convincenti

Quale dei due suona meglio:

A: “In questo momento sono uno dei migliori venditori della mia azienda”.

B: “Sono uno dei 5 migliori venditori del nostro gruppo di oltre 50 persone e sto raggiungendo il 200% degli obiettivi di vendita annuali per la mia posizione”.

Fatti, dati e statistiche rendono le tue risposte molto più convincenti.

Fai delle ricerche prima del colloquio in modo da conoscere i tuoi risultati passati e poterne parlare.

Chiedi a ex colleghi e capi se ne hai bisogno. Se lo inserisci anche nei punti elenco del tuo curriculum, questo ti darà una marcia in più!

3. Effettua un confronto

Una lettrice mi ha inviato un’email di recente per dirmi che aveva problemi con i suoi colloqui…

Aveva esperienza di vendita, ma non aveva mai venduto a sviluppatori di software. E in questa nuova posizione, è a loro che avrebbe dovuto vendere.

Quindi, per rispondere a questa preoccupazione del datore di lavoro, le ho consigliato di fare un confronto.

Ad un certo punto, non aveva mai venduto nemmeno alla sua attuale clientela, giusto? (In questo caso si trattava di altri tipi di ingegneri.)

Le dissi quindi di spiegare come aveva imparato a vendere a quelle persone senza esperienza, e poi di fare leva su questo per dimostrare al datore di lavoro che sarebbe stata in grado di imparare a vendere anche a questa nuova clientela.

Fare paragoni di questo tipo può spostare l’attenzione dell’intervistatore e trasformare un aspetto negativo in positivo (o almeno renderlo un non-fattore e impedire al datore di preoccuparsi).

4. Sii breve e conciso

Questo è un altro modo per rispondere alle domande del colloquio in modo più efficace…

Copri i dettagli importanti e metti in evidenza i tuoi punti migliori, ma poi FERMATI.

Molte persone in cerca di lavoro hanno la tendenza a dilungarsi troppo quando avrebbero dovuto fermarsi dopo aver risposto alla domanda principale o aver evidenziato i loro punti migliori.

5. Prenditi il tempo necessario e chiedi chiarimenti se necessario.

Questo è uno dei modi più sottovalutati per rispondere alle domande dei colloqui…

Ed è semplicissimo:

Fai un bel respiro, rilassati e pensa bene prima di rispondere. Non puoi rimangiarti qualcosa dopo averlo detto, quindi non avere fretta.

E se non sei sicuro di aver capito la domanda, chiedi un chiarimento.

Puoi dire cose come:

  • “Spera in un esempio specifico? Voglio solo essere sicuro di aver capito la domanda”.
  • “Volete sentire solo la mia esperienza pratica? L’ho fatto direttamente, ma ho anche guidato piccoli team di progetto per questo”.

E puoi anche chiedere un feedback alla fine delle tue risposte, ad esempio:

  • “Questo ha risposto alla sua domanda, o voleva maggiori dettagli?”

(Questo è un ottimo modo per assicurarsi che le tue risposte non si dilunghino troppo e non infastidiscano l’intervistatore, come nel caso del consiglio n. 4).

6. Concludi la risposta con una domanda

Fare domande a metà colloquio ti aiuta a individuare le loro esigenze e a “personalizzare” le tue risposte man mano che il colloquio prosegue!

Vediamo come fare…

Esempio:

Ti dicono che il lavoro richiede la gestione di persone e ti chiedono la tua esperienza in questo campo.

Dopo aver risposto e messo in evidenza la tua esperienza in materia, devi dire: “Può dirmi qualcosa di più sulla gestione che andrei a fare? Ad esempio, di quali dimensioni sarebbe il team che dirigerei e sarei responsabile dell’assunzione e della crescita del team?”.

In questo modo avrai l’impressione di una conversazione informale e a due vie, il che aumenterà la fiducia in te stesso e a dare risposte migliori in generale.

7. Fai in modo che si parli di loro, non di te

La maggior parte delle persone in cerca di lavoro pensa che il colloquio riguardi solo loro…

La verità è che otterrai più offerte di lavoro se ti concentri a parlare dell’AZIENDA.

Quali sono le loro preoccupazioni e i loro bisogni?

Ad esempio, non limitarti a descrivere le tue competenze e la tua esperienza quando te lo chiedono.

Invece, mostra loro come metterai a frutto queste competenze in questo ruolo specifico e come la loro vita sarà più facile grazie alla tua presenza nel loro team.

In questo modo otterrai più offerte di lavoro e ti distinguerai dalle altre persone in cerca di impiego che parlano solo di se stesse.

8. Parla con grande energia ed entusiasmo

Mostrare entusiasmo è una parte importante per dare buone risposte in un colloquio.

Non c’è problema se sei introverso o silenzioso per natura… non devi essere la personalità più estroversa e frizzante per essere assunto.

Basta alzare un po’ il volume…

Fai un po’ più di quanto mostri di solito in termini di energia nel tono di voce e nel linguaggio del corpo.

Il tono di voce è particolarmente importante quando si risponde alle domande dei colloqui telefonici poiché non possono vedere le espressioni facciali o il linguaggio del corpo.

Se hai bisogno di aiuto per mostrare energia ed entusiasmo nella tua voce, prova ad alzarti e a sorridere quando parli al telefono. Può sembrare strano, ma è un trucco collaudato che i venditori telefonici usano di continuo.

9. Tratta il colloquio come una conversazione

In definitiva, il colloquio è solo una conversazione per verificare se la situazione è vantaggiosa per entrambe le parti.

Si tratta di un accordo a due vie.

Quindi inizia e trattalo come tale e ti sentirai molto più a tuo agio.

Questo è uno dei modi migliori per rispondere alle domande del colloquio in termini di mentalità.

Come si fa a trattarlo come una conversazione?

Devi fare molte domande per capire se sei interessato al lavoro.

Devi creare un rapporto con il responsabile delle assunzioni e scoprire una o due cose su di lui.

Ricorda il suo nome quando si presenta e usalo una o due volte durante la conversazione.

Per accattivarti ancora di più le sue simpatie… invia un’e-mail di ringraziamento personalizzata dopo il colloquio per ringraziarlo dell’ottima conversazione.

Procurati il suo biglietto da visita anche dopo il colloquio… renderà più facile questo e tutti i tuoi follow-up.

10. Parla del futuro

Molte domande del colloquio riguarderanno il tuo passato: esperienze passate, successi efallimenti passati.

Ma una chiave per dare ottime risposte ai colloqui è parlare anche del futuro.

Quando dai risposte sulle tue competenze ed esperienze, parla anche del futuro e di come utilizzerai queste competenze per svolgere bene il tuo ruolo.

Menziona qualcosa che hai visto nella descrizione del lavoro, o qualcosa che hanno menzionato prima nella conversazione, che ti fa pensare che il tuo background sarà utile per loro in questo ruolo!

Questo è uno dei modi migliori per rispondere a qualsiasi domanda di colloquio e la maggior parte delle persone in cerca di lavoro non lo fa.

11. Di’ la verità

La maggior parte dei datori di lavoro perdonerà qualche errore nel colloquio o qualche esperienza mancante (la verità è che i requisiti sono per lo più solo una “lista dei desideri” per loro).

Tuttavia, se menti o sembri nascondere qualcosa, NON verrai assunto.

La fiducia e la credibilità sono importanti quanto qualsiasi altra cosa nel colloquio… e nessun responsabile delle assunzioni ti vorrà nel suo team se non si sentirà a proprio agio a fidarsi di te.

È meglio essere qualificati all’80% e dire la verità, piuttosto che mentire e fingere di essere qualificati al 100%.

Ti garantisco che riceverai più offerte di lavoro se adotterai il primo approccio.

Come rispondere alle domande dei colloqui – Istruzioni rapide

  1. Usa lo storytelling per renderti più memorabile
  2. Condividi fatti e dati specifici nelle risposte
  3. Fai un confronto tra la tua esperienza passata e le mansioni di questo ruolo
  4. Sii breve e conciso; arriva rapidamente al punto
  5. Non avere fretta: chiedi un secondo per riflettere quando ne hai bisogno e chiedi un chiarimento se non capisci una domanda
  6. Concludi alcune delle risposte con una domanda rivolta all’intervistatore
  7. Le risposte devono riguardare le sue esigenze, non le tue
  8. Parla con energia ed entusiasmo superiori al normale
  9. Tratta il colloquio come una normale conversazione
  10. Parla del futuro e di come li aiuterai direttamente.
  11. Di’ la verità: se sei onesto, responsabile e sincero quando rispondi alle domande, otterrai più offerte di lavoro.

Questi sono 11 dei migliori modi per rispondere efficacemente alle domande dei colloqui, in modo da distinguerti e farti assumere in poco tempo.

 


Biron Clark

Sull'autore

Leggi altri articoli di: Biron Clark


Generatore di curriculum 100% gratuito

Non è richiesta alcuna iscrizione o pagamento.